Vacanze in famiglia, lungo ponte di divertimento a Napoli e dintorni

Lungo ponte di divertimento a Napoli e dintorni, in famiglia.
di Irene Saggiomo

Continuano, arricchendosi, le iniziative dedicate al divertimento di grandi e piccini in città e nei dintorni, in questo lungo ponte di festività.
 
Appena inaugurata la XXI edizione del Comicon, il Salone Internazionale del Fumetto 2019. Gli spazi espositivi sono quelli della Mostra D’Oltremare, gli organizzatori parlano di “un lungo viaggio che porterà a conoscere tutte le ultime novità del fumetto italiano e non solo: anteprime cinematografiche, cosplayer internazionali, area giochi e videogiochi ed eventi dedicati ai più piccoli e alle famiglie”. L’appuntamento è ogni giorno fino a domenica, dalle ore 10 fino a sera; info sul canale Telegram https://t.me/comicon2019e su www.comicon.it.
 
Sabato mattina, con appuntamento alle 10, si potrà trascorrere una “Mattina in Vigna di Sana Martino” (Corso Vittorio Emanuele 340, cancello a destra dell'edificio di San Francesco ai monti - sede Suor Orsola).

Sarà una giornata speciale sia per i grandi che per i piccini, la passeggiata dedicata alla socialità e al benessere è a cura di Maria Settembre; ad accompagnare anche il regista, esperto di paesaggi, Guido Liotti. Il percorso attraverserà i terrazzamenti coltivati della collina di San Martino, gli stessi leggibili già nella veduta della Napoli aragonese della tavola Strozzi, con il grande muro che delimita l'area del sentiero dei monaci della Certosa di San Martino. La vigna, nel lato al di sotto del Corso Vittorio Emanuele, verrà scorporata nel dopoguerra dal fondo della Certosa, divenuta museo, per essere (dopo qualche passaggio di privati) acquistata del gallerista Peppe Morra nel 1988. Sette ettari coltivati a vite e agrumi, ma anche altri alberi da frutto e ortaggi, hanno fatto entrare di diritto tale spazio nel perimetro del Parco Regionale Metropolitano delle Colline di Napoli. La Vigna di Sa Martino è anche sede di un’azienda agricola produttrice di vino Dop, gestita dall’associazione di Promozione Sociale Piedi per la terra – centro per la cultura ecologica e le economie alternative, che da 15 anni si occupa, tra le altre, di educazione ambientale rivolta principalmente ai bambini. La produzione di vino, circa quattromila litri l’anno, viene da uve Aglianico, Piedirosso, Falanghina e Catalanesca. Tutto questo si scoprirà nella mattinata di sabato, il contributo alla partecipazione è di 18 euro e comprende, oltre alla visita raccontata, un aperitivo a base vino, formaggi pane e olio. Prenotazione obbligatoria scrivendo a coloricampania@gmail.com, o telefonando a 3914143578. L’evento è in collaborazione con Gente Green ed il coordinamento delle Scale di Napoli.
 
Un’escursione inaspettata al lago d’Averno quella in programma per sabato alle 11.30, il titolo è “Dolce Averno – escursione al lago, più laboratorio con le api e il miele”. Gli organizzatori, che daranno i dettagli circa l’appuntamento a prenotazione effettuata (3471730922, Luigi), parlano di “primavera che esplode in tutta la sua meraviglia, si risveglia la natura e insieme ad essa le nostre amiche api, che cominciano il loro frenetico lavoro di raccolta. Si passeggerà lungo le sponde del lago d'Averno, coinvolti dalla bellezza del paesaggio, dalle storie, dai miti e le leggende che circondano questo specchio d'acqua”. Una volta arrivati nel complesso del Giardino dell'Orco, Rosario Sica, accogliendo il gruppo, introdurrà argomenti riguardanti l'importanza delle api per il nostro ecosistema, e di come l’uomo può intervenire in difesa della loro moria; dopo le spiegazioni, l’apicoltore condurrà nell'affascinante mondo di questi insetti, conducendo una visita in apiario a distanza di sicurezza per chi è alle prime armi, o con scafandro per i più coraggiosi. Mostrerà ai partecipanti un’arnia didattica con vetri di protezione e poi offrirà una prova al palato, con una presentazione e degustazione dei vari prodotti dell'alveare Miel d'or. I piccoli potranno modellare una candela con cera d'api purissima. Al termine, una dolce merenda con pane, miele e un bel panorama. Il costo della partecipazione è di 15 euro, e include visita al lago, laboratorio e assaggi del miele.
 
Bisognerà fare una gita fuori porta al Palazzo Ducale di Aversa per partecipare alla Festa della Fragola 2019. Sabato mattina, a partire dalle 10.30 fino alla mezzanotte, un vero “festival della fragola” organizzato dall’Amministrazione Comunale di Aversa insieme alle associazioni del territorio; l’associazione La Tenda presenta una giornata dedicata al bel frutto protagonista di questo periodo. Una mostra mercato con vendita di tutti i prodotti a base di fragola, come confetture, liquori, distillati e molto altro; stand enogastronomici in cui si esibiranno i mastri pasticcieri e i gelatai, che useranno le fragole di Parete per realizzare vere e proprie opere d’arte da gustare nella giornata della festa. Anche arte, con la mostra fotografica Naturalis Historia dedicata al territorio di Parete e alla produzione agricola locale, con cenni alla sua storia. E ancora visite guidate al museo della Fragola, e inaugurazione della nuova sezione sensoriale "Fragola Experience" /laboratori didattici dedicati ai bambini. Appuntamento nel Cortile del Palazzo Ducale in via Umberto I, Parete in provincia di Caserta. Per maggiori informazioni: museodellafragola@gmail.com – FB Museo della Fragola – associazionelatenda@libero.it
 
Laboratorio per bambini dai 6 ai 12 anni di Capoeira, a cura del maestro Paolo Caverna, al parco dell’Agriturismo i Fondi di Baia. Sabato mattina alle 11.30, il maestro insegnerà che la capoeira è una lotta-danza di origine afro-brasiliana, una disciplina emblema della storia e della tradizione culturale brasiliana. 

Consiste nello sferrare colpi tipici delle arti marziali, ma il suo obiettivo non è colpire, né farsi colpire. I due giocatori creano così una danza attraverso movimenti armonici aggraziati da acrobazie e accompagnati dalla musica e dal canto. Tutti si dispongono a cerchio (la roda) e, a suon di musica e canto, due giocatori alla volta entrano nel cerchio. Questa disciplina divertente, aiuta i bambini a acquisire il concetto di identità di gruppo, che danzando imparano a collaborare per un unico fine; con la capoeira si insegna a controllare il proprio corpo, e consente di acquisire la consapevolezza di sé e delle proprie potenzialità, oltre a canalizzare e controllare le energie in modo positivo. Il contributo alla partecipazione è di 8 euro, info e prenotazione al 3881974112, o scrivendo a ladanzadellefarfalle@gmail.com. Il parco di Baia, presso l’Agriturismo Fondi Di Baia, si trova in Via Fondi di Baia 3. www.ladanzadellefarfalle.com
 
Domenica mattina si va al Castel dell’Ovo con “La favola delle Sirene – passeggiata narrativa”. Appuntamento alle 11 al ponte d’ingresso di via Partenope per proseguire con varie tappe nel Castel dell'Ovo, si ripercorrerà la storia delle antiche Sirene e il loro incontro con Ulisse, nel suo viaggio nel Golfo di Napoli. Si scopriranno alcuni luoghi e storie, della antica città di Partenope. Per info e prenotazione si potrà telefonare al 329 3399352. Età consigliata dai 3 anni in poi.
 
Inaugura domenica mattina alle 10 la Casa delle Guarattelle “Nunzio Zampella”. “Dopo 500 anni di storia e forse più, il teatro delle guarattelle avrà a Napoli una sede stabile in vico Pazzariello 15A e si chiama Casa Guarattelle “Nunzio Zampella”. Sarà uno spazio aperto a tutti i guarattellari del mondo e avrà una programmazione annuale con spettacoli che ricorderanno le lezioni dei vecchi maestri e presenteranno molte novità e gli sviluppi che quest’arte ha avuto nel tempo”. era il titolo che Nunzio Zampella dette a uno dei suoi ultimi spettacoli tenuto a Sant’Arcangelo di Romagna nel 1984, Casa Guarattelle apre la nuova attività in suo onore, e lo fa con una programmazione ricca di promesse, la più importante è quella di riproporre un’arte antica di Napoli, al servizio di chiunque voglia. Il programma per l’inaugurazione di domenica mattina inizia con la parata delle maschere Dodo di Quagadougou (Burkina Faso); alle ore 11.30 Colazione di Gatto e Leone, con Bruno Leone e Salvatore Gatto; ore 12.30 Kaspar Pulcinella e Kalipinka con Tomas Simcha Jelinek; ore 12,45 El Marinero, con Paulette San Martin; ore 13.00 Giuliano Scabia racconta la “Commedia della fine del mondo”. Si pranza con gli ospiti alle 13.30 in vico Pazzariello; alle ore 16.00 visita allo studio di Lello Esposito; ore 16.30 visita all' Ospedale delle Bambole di Tiziana Grassi; ore 17.30 Pulcinella Furioso, con Paolo Comentale; ore 18.00 Pulcinella e don Felice Sosciammocca, con Tiziana Ferraiolo; ore 18.30 Saluto alle guarattelle con Tonino Taiuti; ore 19.00 Pulcinella all’opera dei pupi con Mimmo Cuticchio; ore 19.30 Pulcinella Cetrulo dal teatro alle guarattelle, con Tommaso Bianco e Bruno Leone; ore 21.30 concerto per Pulcinella a Santa Fede Liberata, con Alan Wurzburger, MalaLengua, Ibrahim Drabo, Sergio Santalucia, Marcello Squillante, Gianluca Fusco, Ivan Dell'Edera ed Enrico Troncone, Davide Puffo Chimenti, Romeo Barbaro. 
 
Sport Days di Primavera alla Rotonda Diaz. Domenica alle 10 presso la Rotonda Diaz sul Lungomare Caracciolo di Napoli, una giornata all'insegna dello sport: si potranno sperimentare moltissime pratiche di sport dalle 10 di mattina fino alle 18, senza fermarsi mai. Ci si potrà iscrivere gratuitamente anche in anticipo, alle diverse attività, sul sito di Decathlon https://eventi.decathlon.it/smistamento/sportdays-28-aprile-2019.
 
Domenica mattina alle 9.30 “Trekking nel Bosco della Reggia di Portici”. Accompagnati dalle guide di MUSA - Musei della Reggia di Portici, si potrà scoprire in passeggiata il bosco superiore del Sito Reale di Portici. Le guide, a passo lento, insegneranno che il rispetto dell’ambiente s’intreccia con la natura e la storia borbonica attraverso gli spazi di flora mediterranea, di piante rare e racconti degli animali provenienti da mondi lontani. Si incontreranno lungo il percorso una serie di architetture del sito reale produttivo del Re Carlo I: il castello per le esercitazioni militari con annessa cappella, la vaccheria e l’area della pallacorda. L’appuntamento è alla biglietteria della Reggia di Portici in via Università 100; la prenotazione è obbligatoria al numero 081 2532016, o scrivendo a prenotazioni@centromusa.it; il costo per la partecipazione è di 8 euro per gli adulti, 6 euro fino ai 12 anni, under 6 non pagano.
 
A Santa Maria di Capua Vetere, nell’Anfiteatro Campano (secondo per grandezza solo al Colosseo), domenica alle 11.30 “Spartaco, i Giochi dei Gladiatori e l’antica Arena di Capua”. L’associazione InsolitArt Tour ha organizzato una visita di ricostruzione di ciò che avveniva nell’anfiteatro dell’antica Capua, luogo che diede fama al celebre gladiatore ribelle Spartaco; le guide condurranno poi alle vestigia di questo imponente e maestoso edificio, attraversando i lunghi corridoi non si potranno non ricordare e narrare le gesta eroiche di Spartaco, il gladiatore ribelle che fece tremare Roma. Originario della Tracia, Spartaco, nel 73 a. C. si ribellò al proprio lanista Lentulo Batiato e alla stessa Roma, per poi cadere eroicamente, dopo tre anni di ribellione, in cui tenne sotto scacco l’intera Repubblica. Durante il tour guidato si proseguirà alla visita del museo dei Gladiatori e del suggestivo Mitreo di Capua, un sacello dedicato al culto di Mitra, antica divinità di origine persiana, che costituisce uno dei maggiori esempi tra i rari santuari mitraici con decorazione pittorica, databile alla fine del II sec. d.C. La quota di partecipazione è di 10 euro a persona (per i ragazzi dai 10 ai 18 anni il costo è di 8 euro, fino a 9 anni gratis), nella quota è compreso l’ingresso al museo e all’anfiteatro. La prenotazione è obbligatoria telefonando ai numeri 3493090636, 3474991958, o scrivendo all’indirizzo insolitartour@gmail.com.
Giovedì 25 Aprile 2019, 18:00 - Ultimo aggiornamento: 26 Aprile, 15:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP