Weekend di Pasqua a Napoli: ecco tutti gli appuntamenti da non perdere

Week end di Pasqua a Napoli, divertimenti di ogni tipo.
ARTICOLI CORRELATI
di Irene Saggiomo

Le iniziative per il weekend sono tante e tanto diverse, ecco alcune proposte irrinunciabili. 
 
La funivia del Faito ha ripreso da qualche settimana le sue corse mozzafiato per la stagione 2019. Il percorso “per aria” che collega il mare alla montagna del Faito, a quota 1092 metri, prevede 18 coppie di corse giornaliere a partire dalle ore 10 fino alle 17, ma nei mesi estivi di luglio e agosto è previsto un prolungamento di orario per soddisfare il maggior afflusso. La funivia del monte Faito, molto conosciuta anche come la “Panarella”, in otto minuti offre una prospettiva assolutamente eccezionale di tutto il golfo di Napoli, vale la pena fare quest’esperienza. La stazione inferiore della funivia si trova a Castellammare ad appena 9 mt sopra il livello del mare, mentre quella superiore è sul Monte Faito a un dislivello di 1.092 mt, e fa parte del comune di Vico Equense. Gli orari di partenza sono: 10,00 –10,20 – 10.40 – 11,00 – 11,40 – 12,00 – 12,40 – 13,00 – 13,40 – 14,00 –14,40 – 15,00 – 15,20 – 15,40 – 16,00 – 16,20 – 16,40 – 17,00. La corsa singola costa 5.50 euro, andata e ritorno 8 auro, il supplemento bici 1 euro. Maggiori informazioni sul sito www.eavsrl.it.
 
Ogni venerdì sera, alle ore 19, si potrà partecipare a una seduta di yoga alle Terme Stufe di Nerone, a Bacoli. Per partecipare allo yoga non sarà necessario avere esperienza di pratica, bisognerà indossare indumenti comodi e prenotare il proprio posto telefonando allo 0818688006; le Stufe forniranno materassini e tutto il necessario per lo yoga all’interno della struttura, il corso dura circa un’ora e mezzo ed è compreso nel ticket d’ingresso alle terme. Informazioni su www.termestufedinerone.it, via Stufe di Nerone 37, Bacoli.
 
Diverse volte abbiamo segnalato della suggestiva passeggiata in discesa per le scale del Petraio, ma questa volta il tour è notturno. Con appuntamento alle 19.45, nel giorno di venerdì Santo, si propone una “Notte di discesa nei misteri”, il titolo dell’iniziativa anticipa in parte quello che verrà raccontato: “i vestiti, la tavola, le processioni, le litanie tramandate dalle contadine nelle campagne, e infine l'accensione dei lumi sacri nelle viuzze dell'antica Napoli, un mondo perduto che rivivrà tramite il racconto in questa serata. Saranno alcune donne, che appariranno tra le antiche scale per accendere lumi, a raccontare le loro storie, e reciteranno antiche formule ripercorrendo le antiche processioni dei "vattenti" a Napoli. Scendendo tra i panorami notturni, si scopriranno tradizioni, feste e riti tra paganesimo e cristianità, della notte più mistica dell'anno”.

Il tour terminerà tra casatielli e pastiere in una tappa al Corso Vittorio Emanuele. L’appuntamento è alla funicolare di Montesanto/stazione di Via Morghen alle ore 19.45, il contributo passeggiata teatralizzata è di 10 euro, con sosta di tortano e pastiera 16 euro; prenotazione obbligatoria al 320 6875887.
 
Spostandosi di poco dalla città, sabato mattina si potrà partecipare al “Walking all’oasi naturalistica di Torrefumo”. Sabato mattina, con partenza alle 10.15 da Monte di Procida (parcheggio della Marina di Acquamorta in via Marconi 59), si andranno a scoprire i sentieri panoramici dei Campi Flegrei: “chiusa tra la falesia ed il mare, la passeggiata di Torrefumo è un limbo, un mosaico di ambienti dove cielo, acqua e terra si alternano per la supremazia, dove perfino la vita e la morte si incontrano”, affermano gli organizzatori dell’associazione Visit Campi Flegrei. Si parte dall’antico attracco dal porticciolo di Acquamorta per proseguire ai piedi della falesia, un museo stratigrafico della storia geologica dei Campi Flegrei verso Miliscola, fino a giungere ad un laghetto salmastro. Lungo il percorso sembrerà di toccare Procida e Ischia. La passeggiata, lunga due chilometri e di media difficoltà, si replicherà domenica 28 aprile al tramonto. Il contributo associativo è di 7 euro, per informazioni e prenotazioni si potrà scrivere a info@visitcampiflegrei.eu, o telefonare al 3208015037 – 3803675781.
 
Sabato mattina alle 10, partirà una visita guidata al parco del Pausilypon e grotta di Seiano. Con la guida del CSI Gaiola Onlus, il tour parte dall’ingresso della grotta di Seiano (via Coroglio 36, Napoli), dopo aver attraversato i suoi 770m di percorso, durante cui sarà raccontata la storia del lungo traforo, si giungerà al Parco Archeologico del Pausilypon, dove si potrà ammirare ciò che resta della lussuosa villa imperiale di Publio Vedio Pollione, che si sviluppa sul promontorio a dominare la baia di Trentaremi. Si visiterà l’area del Teatro e dell’Odeion, attraverso un sentiero fiancheggiato dalla tipica vegetazione mediterranea, si arriverà a un belvedere da cui si potrà ammirare il paesaggio caratterizzato dagli isolotti della Gaiola e dallo scoglio di Virgilio. Durante la visita le guide non parleranno solo di storia e di archeologia, ma anche della geologia del luogo, del vulcano sommerso di Nisida e della natura flori/faunistica dell’area. I tour si svolgono dal martedì al venerdì a mezzogiorno, il sabato, la domenica e i giorni festivi alle ore 10 e a mezzogiorno. Il ticket è di 6 euro per gli adulti e 3.50 per i bambini; è consigliata la prenotazione ai numeri 0812403235, 3285947790, o scrivendo a info@gaiola.org. www.gaiola.org/parco-pausilypon.
 
 Sabato mattina alle 10, “Caravaggio in un’ora”. In occasione della nuova mostra, i Servizi Educativi del museo e Real Bosco di Capodimonte (via Miano 2, Napoli) propongono tutto il Caravaggio “ospite temporaneo”, in un’ora di visita guidata compresa nel costo del biglietto. Per partecipare bisognerà prenotare all’ufficio di accoglienza del museo al numero 081.7499130, o scrivere a 
mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it, e attendere la conferma. 
 
Utile e divertente il by night di sabato al Palazzo Fondi “Aperimondo International Meeting 3.0”. I ragazzi di Erasmusland Napoli hanno organizzato una serata di confronto “dal napoletano all'italiano, dalle lingue d’Europa a quelle orientali”: un’occasione unica per praticare e apprendere nuove lingue ed entrare a far parte della comunità internazionale di Napoli. Ogni venerdì, dalle 19 alle 02 del mattino, con ingresso gratuito, ci sarà un’Aperimondo International Meeting 3.0, il cui format è quello di un aperitivo internazionale a cui sono invitati tutti i ragazzi napoletani, i turisti e gli studenti di qualsiasi nazionalità. Quello di questo venerdì è ospitato al Palazzo Fondi, in via Medina 24 a Napoli; info alla pagina facebook di Erasmusland Napoli.
 
Un’isola con una grande tradizione pasquale è senz’altro Procida, da questo assunto sono partiti i ragazzi dell’associazione Progetto Uomo Experience di Pozzuoli, che hanno organizzato, a partire da giovedì Santo, un viaggetto di gruppo a Procida, a cui ci si può aggregare in qualsiasi momento fino al lunedì di pasquetta. “La Settimana Santa è il momento giusto per respirare la solennità delle tradizioni religiose da sempre vive sull’isola. Inizieremo la sera del giovedì Santo con la processione degli Apostoli incappucciati. Poi di sera curioseremo tra i tendoni/laboratori, dove i giovani isolani lavorano agli ultimi ritocchi dei carri dei ‘misteri’. Questi carri rappresentano scene tratte dalla Bibbia. Nella mattina del venerdì Santo, i misteri e la statua lignea del Cristo morto sfileranno lungo le stradine del centro storico. Non solo i riti religiosi: nei quattro giorni a Procida andremo alla scoperta della cittadella medioevale di Terra Murata, dell’ex carcere borbonico, del porticciolo seicentesco e quello più moderno e turistico, e di tante altre sue bellezze naturali”, ecco la proposta degli organizzatori. Per partecipare si potrà telefonare allo 081 18894671, o scrivere a italia@viaggiemiraggi.org; altre informazioni su www.viaggiemiraggi.org.
Venerdì 19 Aprile 2019, 17:30 - Ultimo aggiornamento: 20 Aprile, 09:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP