«Benvenuti al Rione Sanità», sabato sera la musica invade i vicoli di Napoli

Sei palchi, decine di artisti e botteghe aperte anche di sera per il lancio di «Benvenuti al Rione Sanità», il Festival itinerante interamente gratuito che attraverserà la III Municipalità di Napoli per le festività natalizie. La rassegna parte sabato 8 dicembre alle 20,30 con la Notte Bianca dell'Immacolata, tra musica, danza, giochi e cabaret nei sei luoghi simbolo della Sanità. Una serata arricchita dai commerciati che offriranno a un prezzo speciale cibo, vino e le migliori specialità partenopee nei loro negozi che resteranno aperti per tutta la notte. Il 2 e 3 gennaio la Basilica di Santa Maria alla Sanità ospiterà la Cantata dei Pastori, spettacolo tradizionale con la regia di Vincenzo Pirozzi e le musiche dell'Orchestra Sanitansamble, il progetto di formazione orchestrale giovanile per contrastare la devianza minorile nel Rione Sanità, mentre sabato 5 gennaio torna lo storico spettacolo «Sanità Tà Tà», uno degli eventi clou che chiude il Natale a Napoli.

«Il festival Benvenuti alla Sanità - racconta il presidente della III Municipalità di Napoli, Ivo Poggiani - è la valorizzazione di un quartiere che vive una stagione di rinascita incredibile in un momento in cui il tessuto sociale del rione è sotto attacco. In ciascuno degli eventi in programma, chiameremo i nostri concittadini a fare da scudo in difesa di realtà come la cooperativa La Paranza e Fondazione San Gennaro, esperienze che hanno contribuito in maniera sostanziale alla crescita del capitale umano del quartiere. Con le iniziative di solidarietà e di impresa sociale, inoltre, oggi il territorio vive un momento di incredibile risveglio economico: ogni mese nel quartiere si apre un bar, un'enoteca, una pasticceria, un ristorante. Nel 2018 sono 150.000 i turisti che hanno attraversato il Rione Sanità e tanti stanno tornando ad investire. Presto lanceremo un nuovo progetto turistico al Borgo Vergini».

Durante la Notte Bianca dell'Immacolata l'intero quartiere della Sanità sarà invaso da musica e performance artistiche nei sei palchi installati in Largo Vita, piazza Sanità, Gradoni via Arena, via Vergini, piazzetta Crocifieri e via Fuori Porta San Gennaro. «Abbiamo provato a fondere più generi musicali - spiega Massimo Jovine, direttore artistico di Benvenuti alla Sanità - tutti gli artisti che aderiscono a questo festival partecipano a titolo gratuito e questo per noi significa partecipare alla rinascita del rione. Fino a qualche anni fa, la Sanità era una periferia al centro di Napoli, un'enclave chiusa che invece, grazie al lavoro fatto negli ultimi anni sul territorio, si è aperta al mondo esterno e oggi è letteralmente invasa da turisti italiani e stranieri»
Giovedì 6 Dicembre 2018, 20:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP