Con Mozart e Schubert è tempo di classica al Teatro Bellini

Il flautista Giuseppe Nova
di Mariagiovanna Capone

È tempo di musica classica al Teatro Bellini. «Come acqua fresca e trasparente» è la proposta di Corallium Orchestra composta da Giuseppe Nova, flauto, e dal direttore Luca Bagagli. In programma domenica 18 marzo (ore 11.30) Andante in Do Magg. K 315 per flauto e orchestra di Mozart, Concerto n° 7 in Mi min. per flauto e orchestra di François Devienne, Sinfonia n° 5 in Sib Magg. D 485 di Schubert.

La datazione di questo breve Andante in Do Maggiore K315 per flauto e orchestra è probabilmente del 1788. Composto da Mozart durante un soggiorno a Mannheim, si tratta quasi sicuramente di un Andante concepito per uno dei concerti per flauto, lasciato alla fine come composizione a sé. L'atmosfera appare distesa, dolce e intima, il canto del solista si leva teneramente su un accompagnamento orchestrale senza asperità né dissonanze particolari, fino ad un commiato pacato e gradevole.

Di stampo mozartiano è anche il concerto n.7 per flauto e orchestra di Francois Devienne, compositore, flautista, fagottista e insegnante di flauto al Conservatorio di Parigi all'epoca di Mozart. Oltre che grande didatta, fu compositore creativo, elegante e raffinato (tale da essere ribattezzato "il Mozart francese"): dei suoi 12 concerti, proponiamo il n.7, forse il più riuscito, nel quale si fondono con particolare compiutezza sapienza compositiva e genio inventivo: uno specchio dei toni eleganti e manieristici della Parigi dell'epoca.

Qualche anno più tardi, nel 1816, il diciottenne Franz Schubert dà alla luce la Sinfonia n.5, con la quale si affranca definitivamente dalla propria fase compositiva "adolescenziale". Rinuncia volontariamente al modello del grande sinfonismo romantico (che aveva ad esempio contraddistinto la Quarta Sinfonia di stampo beethoveniano) e si proietta in un mondo di freschezza, felice equilibrio e garbo, certamente di matrice mozartiana e haydniana.
Schubert infatti rinuncia a tamburi, trombe e clarinetti, elementi quindi eroici e militari, componendo un gioiello perfetto dove si sposano affettuosa dolcezza delle melodie e atmosfera di gentile intimità.
Mercoledì 14 Marzo 2018, 18:30 - Ultimo aggiornamento: 15-03-2018 14:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP