Giardini la Mortella, al via il Festival di orchestre giovanili nel segno di Frida Kahlo

Teatro greco dei Giardini La Mortella
Teatro greco dei Giardini La Mortella
di Ciro Cenatiempo
Martedì 22 Giugno 2021, 11:16
4 Minuti di Lettura

Sarà la danza contemporanea della Rome International Dance Academy a inaugurare la diciannovesima edizione del «Festival delle orchestre giovanili» ospitato nella straordinaria location del Teatro Greco dei Giardini La Mortella di Forio d’Ischia. Alle 21 di giovedì è in programma – per l’apertura della stagione dei sei concerti serali infrasettimanali che si conclude il 29 luglio - un inedito spettacolo ispirato a Frida Kahlo. Un lavoro dedicato alla sofferenza dell’artista dopo l’incidente e sul pathos che ha riversato nei suoi lavori nonché sul tormentato amore tra Frida e Diego Rivera. La performance sarà accompagnata da un remix di musiche latine insieme a brani dalla colonna sonora del film omonimo del 2003. Uno spettacolo coinvolgente ed emozionante caratterizzato da sfumature e tinte forti che sintetizzano la vita della grande artista messicana.

Dopo un anno di sospensione dovuta alla pandemia, dunque, riprende la stagione sinfonica diretta da Caroline Howard, che affiancherà gli appuntamenti da camera degli «Incontri musicali», in corso di svolgimento nei week end nella Recital Hall.

«La manifestazione musicale estiva ai Giardini La Mortella – spiega Alessandra Vinciguerra, presidente della Fondazione Walton - torna ad offrire ai visitatori la possibilità di immergersi nella musica vivendo anche l’esperienza di una visita notturna alla Mortella, godendo dei profumi e dei colori serali del giardino e magari sorseggiando una bevanda al mirto creata da Lady Walton. Quest’anno la ripresa dei concerti segna per i musicisti l’occasione di tornare a fare musica insieme, dal vivo, ricreare il rapporto magico con il pubblico, vedere davanti a sé persone reali dopo i lunghi mesi di isolamento. Un ritorno alla vita, al fare, al gesto artistico e musicale, troppo a lungo messi da parte; un momento quasi di rinascita per celebrare insieme, nell’immersione nella natura, il potere catartico dell’arte».

Sei i concerti in calendario, come si è detto,  che si svolgeranno il giovedì sera alle 21.00 impegneranno giovani musicisti, talvolta affiancati da professionisti a scopo educativo, nello spirito della mission della Fondazione William Walton che si propone di aiutare i giovani talenti a spiccare il volo. Naturalmente tutta la stagione si svolgerà nel rispetto delle normative anti-covid, con severi protocolli di igienizzazione e distanziamento.

In calendario, il primo luglio, c’è il ritorno del maestro Roberto Zarpellon con i giovani elementi dell’orchestra da camera veneta «Lorenzo da Ponte» di Asolo, una giovane orchestra specializzata in musica barocca che prende il nome dal librettista di Mozart. Giovedi  8 luglio si esibirà l’«Orchestra Giovanile Sanitansamble», reduce da una recente applauditissima esibizione al programma TV Italia’s Got Talent. I giovanissimi ragazzi del Rione Sanità di Napoli, diretti da maestro Paolo Acunzo, porteranno alla Mortella un messaggio di speranza e resilienza dimostrando come la musica possa cambiare la vita in meglio. Il concerto di giovedi 15 luglio vedrà il ritorno della «Southbank Sinfonia», in formazione ridotta. Fondata a Londra nel 2002 dal direttore Simon Over, la Southbank Sinfonia è un’accademia orchestrale di punta che ogni anno seleziona e prepara 33 giovani musicisti promettenti al debutto professionale. Giovedi 22 luglio in cartellone ci sarà l’Ensemble del Conservatorio «G. Tartini» di Trieste con l’Histoire du Soldat, la geniale composizione di Igor Stravinskij, di cui ricorre nel 2021 il cinquantesimo dalla morte. Scritta nel 1918, in un mondo ancora sconvolto dalla prima guerra mondiale, dove tutto era in dubbio e le grandi formazioni di musicisti erano difficili da reperire, questa opera da camera fu pensata da Stravinskij con un organico ridotto proprio perché potesse essere rappresentata in ambienti diversi dai teatri classici. A chiudere la stagione 2021 del Teatro Greco, giovedi 29 Luglio torneranno gli ottoni del «Billi Brass Ensemble» che già in passato si è presentato alla Mortella, diretto dal trombettista Massimo Bartoletti. Ancora una volta questa compagine si cimenterà in una delle forme di concerto-spettacolo più apprezzate dal pubblico.

Con l’avvio della stagione sinfonica, va ricordato che riprendono a pieno regime le attività nell’ambito degli «Incontri Musicali» diretti da Lina Tufano, nei fine settimana. Sabato 19 e domenica 20 giugno è in calendario il doppio concerto del pianista Giorgio Trione Bartoli già più volte applauditissimo ospite della stagione musicale della Fondazione William Walton che proporrà al pubblico un repertorio con musiche di Eichberg, Haydn, Liszt, Ravel. Entrambi i concerti si terranno alle ore 17.00 nella Recital Hall dei Giardini la Mortella.

Per info sulle disposizioni e per le prenotazioni: www.lamortella.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA