Napoli in musica, a San Giacomo degli Spagnoli storie e leggende

L'iniziativa dell'associazione I Sedili di Napoli ETS dal 1 giugno

Il monumento di Don Pedro di Toledo
Il monumento di Don Pedro di Toledo
Lunedì 27 Maggio 2024, 16:33 - Ultimo agg. 17:00
3 Minuti di Lettura

Sabato 1° giugno dalle 11.15, nella maestosa Pontificia Basilica di San Giacomo degli Spagnoli a Piazza Municipio, da poco riaperta al pubblico dopo importanti restauri e all’interno della quale campeggia il magnifico sepolcro marmoreo del primo Viceré di Spagna, don Pedro di Toledo, per iniziativa dell’Associazione “I Sedili di Napoli ETS” si terrà un suggestivo concerto per coro ed orchestra giovanile dedicato alle storie note e meno note ed alle più belle leggende partenopee, in un viaggio nella millenaria tradizione musicale napoletana grazie ad undici brani composti dal M° Patrizia Fanelli che dirigerà il “Coro Polifonico e piccola Orchestra Falero”; un ensemble di oltre 30 tra musicisti e coristi tutti di giovanissima età, che già si è affermato nel corso di questi ultimi anni con esibizioni coinvolgenti e di grande richiamo di pubblico.
 
Il Maestro Patrizia Fanelli è conosciuta nel mondo musicale nazionale ed internazionale per le sue innovative ricerche in ambito artistico che riescono a coniugare la grande tradizione musicale napoletana con le nuove musicalità, adattandole alle inusuali performances di un coro ed una orchestra strumentale.
 
I brani che verranno presentati in questo concerto spaziano dai Miti più iconici dell’antica Parthenope fino ai giorni nostri; sarà infatti presentato un interessante “Inno della Magna Grecia” in lingua napoletana ed in lingua greca che già sta facendo parlare di sé in Grecia e che è destinato a diventare l’inno ufficiale di tutti gli eventi magnogreci e le rievocazioni storiche magnogreche nell’Italia Meridionale.
 
Altri brani legati alla Identità partenopea saranno dedicati alla “Leggenda di Colapesce”; al “Presepio napoletano” ed al “‘O Vesuvio e San Gennaro”. Non mancherà l’omaggio alle Quattro giornate di Napoli ed alla figura femminile più emblematica di quelle tragiche giornate, “Lenuccia”.
 
A fare da trait d’union tra un brano e l’altro, il noto giornalista televisivo Nicola Forte, introdurrà con racconti e fatti documentati, i singoli momenti musicali raccolti e reinterpretai dalla Fanelli, in un suggestivo carosello storico-musicale che affascinerà il pubblico.
 
Ad apertura del concerto, il Rettore della Pontificia Basilica, p. Gino Pecoraro accoglierà gli artisti ed il pubblico intervenuto con brevi note di presentazione del magnifico sito.

Il concerto che è senza scopo di lucro ed è ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti, gode del patrocinio morale del prestigioso Istituto Cervantes in Napoli, che si ringrazia per la concessione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA