Piano di Sorrento, a Villa Fondi serata dedicata al jazz con Mirko Gisonte e i Vero a Metà

Musica
di Antonino Siniscalchi

PIANO DI SORRENTO - Domani sera appuntamento con l'ottava edizione di “Piano Jazz…e Dintorni” sulla terrazza di Villa Fondi. Si esibiranno Mirko Gisonte in “Mediterranean Live” ed a seguire i Vero a Metà, un gruppo musicale che nasce nella zona di Latina con l’impronta musicale che si rifà a quella di Pino Daniele.

La manifestazione organizzata da Piano Jazz e dall’Associazione culturale Le Muse, con il patrocinio del Comune di Piano di Sorrento, rientra nella kermesse “Estate blu 2019”. Alle ore 20.30, si è esibirà il chitarrista lucano Mirko Gisonte in “Mediterranean Live”.

È un chitarrista che ad un certo punto della sua vita ha deciso di lasciare Milano e ritornare a casa sua, in Basilicata decidendo di promuovere la musica della sua terra. In realtà con il secondo album Anathema vi è stata la “rivoluzione” decidendo di fondere la musica popolare con il flamenco ed il jazz con la ferrea decisione di ambientare ogni video in un luogo del mondo da cui ha trovato ispirazione. Come si può vedere da Youtube ci sono video girati in Russia, Marocco, Algeria e presto in Turchia.

Proprio per il grande peso che da all’apparato videografico i suoi video sono dei veri e propri corti cinematografici, motivo per cui esibirsi in tale contesto è fonte di orgoglio ed ispirazione per ulteriori lavori.

A seguire si esibiranno i Vero a Metà, un gruppo musicale che nasce nella zona di Latina con l’impronta musicale che si rifà a quella di Pino Daniele, e proprio iniziano la loro attività come tribute band dedicata al repertorio di cantautore partenopeo nel 2004.

Il gruppo è formato da Fabio Federici, voce e chitarra, Giampietro Quarantiello, chitarra solista, Antonio Truono alla batteria, Roberto Patacchiola, piano/synt e Marco Onorato al sax, e la special guest Loredana Daniele. Il gruppo si forma nella zona di Latina, limitrofa ai luoghi di vita del cantautore partenopeo. È una passione intensa che guida le scelte di repertorio del gruppo nella discografia degli esordi e del grande successo di critica e di pubblico conseguita da Pino Daniele tra il 1977 e il 1987. Da “Terra Mia” a “Sciò Live” e “Ferryboat”, con qualche incursione nel repertorio più recente. Con l’umiltà di chi si avvicina come ‘allievo’ e ‘fan’ Fabio Federici vive da ‘Vero a Metà’ consapevole della grandezza dell’artista al quale rende tributo con fedeltà, grazia e stile. I musicisti lo seguono in un’alleanza coerente priva del tentativo di una riproduzione ‘clone’. Tutti si adoperano per ‘rievocare’ le atmosfere e gli arrangiamenti che hanno respirato dal sotto palco e dai dischi. Appassionati di musica a 360 gradi e non professionisti si dilettano sugli strumenti (ottima qualità della ricerca del suono) con ampi spazi solistici tipicamente in linea con le line-up prestigiose del cantautore scomparso nel mese di gennaio scorso.
Venerdì 16 Agosto 2019, 08:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP