Brindisi alla Certosa per Sergio e Dario Cusani: settant’anni per due

di Cristina Cennamo

Settant’anni per due nel Museo Nazionale della Certosa di San Martino, una location tanto magica quanto ancora poco nota e per la quale i gemelli Sergio e Dario Cusani hanno deciso di spendersi, facendo arrivare nelle sale del monumento quasi cinquecento amici, gran parte dei quali napoletani ma molti provenienti anche da diverse città d’Italia.

La serata, del resto, era di quelle che difficilmente un invitato rischia di perdersi, non solo perché i fratelli Cusani hanno saputo circondarsi negli anni di un foltissimo stuolo di amici ma anche perché Dario, nella sua duplice veste di prescindente della neonata associazione Amici di San Martino Onlus, insieme alla direttrice Rita Pastorelli ha ideato un party dalla forte connotazione culturale, attraverso il quale promuovere appunto il museo.
 
 

Gli ospiti dei Cusani sono arrivati infatti già all’ora del tramonto per un aperitivo in musica tra le sale eccezionalmente aperte per gli ospiti della festa, dove in tanti ne hanno approfittato per ammirare gli affreschi di Paolo De Matteis, la sezione navale con le corazzate di Re Umberto e della Regina Margherita nonché il lancione a ventiquattro remi che Napoli donò a Carlo di Borbone e tanti altri reperti come il Caicco donato dal sultano turco Selim III, armi bianche e da fuoco. 

Un’atmosfera insomma suggestiva che ha entusiasmato gli ospiti di Dario e Sergio, che sono già  stati anche coinvolti nelle iniziative culturali che l’associazione realizzerà nel 2019 per  raccogliere fondi necessari alle tante esigenze del museo, aprire sale oggi chiuse per mancanza di personale, realizzare impianti di illuminazione e rendere insomma più vivibile il Museo della Certosa. 
Domenica 16 Settembre 2018, 13:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP