«Caro aperitivo...», si ripopolano i baretti del centro di Napoli

Martedì 16 Giugno 2020 di Salvio Parisi
«Caro aperitivo...»: si ripopolano i baretti del centro

Basta ripercorrere la mappa dei rendez vous più cari a giovani e professionisti per capire che si sta timidamente tornando alle abitudini del momento relax dopo il lavoro o lo shopping con drink, tapas e quattro chiacchiere in tardo pomeriggio prima del rientro a casa. Insieme al Centro Storico, il Vomero e Mergellina, è Chiaja il dedalo più ricco di baretti e locali battuti dal «popolo dell’ape».
 

 

Mentre all’Opera Bar di via Luca Giordano si brinda e si chiacchiera con Stefano Piccirillo da radio KissKiss del suo nuovo romanzo autobiografico “Una volta, ancora una volta”​, invece tra via Fiorelli e piazzetta Ascensione per un mojito, una birra artigianale o una bollicina al Barril o il nuovo Vini & Più s’incontrano Rossella Catapano, l’eccentrica designer di preziosi, o Stefania Amirante in compagnia di Mister Pizza Gino Sorbillo, Rossella Breglia, Marcella Rubinacci e Patty Scorzelli. In vico Satriano da Dialetti e la Locanda del Profeta si ascolta live jazz e si assaggiano gli sfizi di Simone con Dario Andreano & friends. Tra Bisignano e Rodinò si passa dal Babar al Seventy, al Bisy e il B Lateral, si fa tappa al 66, dove Filippo Boccoli e Lorenza Marchetti celebrano il restart con gli amici più affezionati, e si finisce da Cantine e La Fioreria, dove patròn Mario Caruso ospita le TikToker Veronica Venanzuola e Marica D’Angelo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA