Niente vip ma tanti amici: Mariano Di Vaio brinda ai 30 nel Casertano

di Cristina Cennamo

0
  • 45
Niente vip ma tanti amici. E' finita così, ieri a Sant'Angelo in Formis, l'attesa per il party organizzato dalla wedding planner Giorgia Farina per i trent'anni di Mariano Di Vaio, l'italiano che Forbes ha definito il più influente al mondo nel settore moda e  che è già stato inserito nella classifica americana degli uomini più belli del pianeta.
I rumors sull'happening iper blindato si erano infatti susseguiti negli ultimi giorni sulla scorta delle numerose amicizie vip dell'influencer, tanto da far girare voce che Mariano avesse affittato per l'occasione un interno borgo di una misteriosa località tra Napoli e Caserta. 
 
 

Il misunderstanding è presto svelato: ad ospitare la festa è stata infatti la Tenuta San Domenico, la location di Sant'Angelo in Formis in provincia di Caserta dove la padrona di casa Nara Di Cecio ha coordinato una serata sì da favola ma non proprio da red carpet hollywoodiano come molti se non tutti si aspettavano.
A raggiungere il neo trentenne con moglie e figli sono stati infatti poco meno di duecento ospiti verosimilmente selezionati tra fedelissimi e parenti di Perugia, dove Mariano ufficialmente risiede, e del napoletano: la bellezza mediterranea del fotomodello a quanto pare avrebbe infatti radici partenopee.
Il che spiegherebbe anche sia la scelta del doppio festeggiamento (uno il 9 sera a Perugia, in occasione dell'effettiva data di nascita, ed una in Campania la sera dopo) che il folto numero di napoletani e casertani presenti, molti dei quali dovevano essere amici stretti vista la presenza di bambini piccoli e passeggini.
Sia come sia, ognuno sceglie con chi brindare e Mariano ha festeggiato in ogni caso in grande stile: ad accoglierli al party in mood Pirata dei Caraibi (storie e foto regolarmente postate con l'hashtag #MDV30) i suoi invitati hanno trovato infatti un allestimento di prim'ordine con tanto di galeone in polistirolo in piscina, realizzato ad hoc da G.N.A. e circondato dai tentacoli del divertente polipo viola a sua volta composto dai tantissimi palloncini gonfiati ed installati dalla Balloon Express di Lucca.
La cena, invece, è stata servita all'aperto in una simil fazenda con roller di paillettes color oro e mise en place nera, fedele al dress code, alla luce delle catene di lumini e delle numeorse candele bianche che adornavano tavoli ed angoli della sala.
Mentre per il menù, dopo un lungo aperitivo a base di sushi curato da Nippon, per la cena di terra e pesce Mariano si è affidato allo chef stellato della Tenuta, Michele Deleo, che non ha deluso le attese:  cuoppi di mare con totanetti di paranza e baccalà in pastella o gamberi alle erbe, ciliegini di bufala, formaggi freschi, ricottine di fuscella, mostarde di frutta, pizza fritta con salame, reale di maialino nero alla brace, spiedini di manzo, salsa barbeque piccante e via dicendo fino ad arrivare all'immancabile carrellata di dolci nel Covo dei Pirati in una no stop di savarin, crostatine, cannoli, cassatine siciliane, sfogliatine, pastiere, gelati e l'immancabile mega torta con gli allestimenti floreali di Flover.
Insomma, anche un super palestrato come Di Vaio, semel in anno o in questo caso diciamo due, si può concedere uno sgarro, meglio ancora se a seguire lo aspetta una lunga notte di musica e balli con la Raoul & Swing Orchestra in attesa di poter provare il regalo scartato a fine serata : una moto da strada nuova di zecca. 
Sabato 11 Maggio 2019, 12:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP