All'Orto botanico si celebra l'albero: due manifestazioni, laboratici didattici e poesie

di Benedetta Palmieri

Chi sa, forse qualche dato dice il contrario, ma a occhio sembrerebbe che questa “Festa dell’albero” – che si celebra ogni 21 novembre, quando ad esempio Legambiente sceglie di piantumare giovani arbusti – non abbia ancora segnato le nostre coscienze. Cura e tutela dell’ambiente, rispetto per le piante e per la fondamentale azione che svolgono per la sopravvivenza nostra e quella del mondo, non sono purtroppo ancora delle priorità. 

Ma insomma, ragione di più per insistere. E così, anche quest’anno l’Orto botanico (via Foria 223, informazioni su sito e pagina Fb) la ospiterà, dando occasione a tutti – e soprattutto alle scolaresche – di passare un po’ di tempo a contatto con gli alberi. Del resto, come recita la presentazione dell’evento, questo “si propone di sensibilizzare e educare la cittadinanza alla cultura e alla tutela dell’ambiente e di promuovere la piantumazione di alberi negli spazi cittadini”. E lo farà anche sabato e domenica con “Alberando. Il verde in città anche d’inverno”.

Andiamo però con ordine. Ecco il programma di questo mercoledì 21: dalle 9 alle 13.30 le scolaresche (che entreranno gratuitamente) avranno l’opportunità di assistere al suggestivo “foliage”degli alberi dell’orto. Inoltre, potranno partecipare ai laboratori di giardinaggio e alle osservazioni naturalistiche – a cura dell’Associazione studenti scienze naturali Unina. 
Alle 12, un altro momento potenzialmente coinvolgente: “Abbraccia l’albero”: in compagnia degli attori de I Teatrini e dei loro racconti, tutti i presenti saranno invitati ad abbracciare gli alberi, “per rinnovare il rispetto della natura”. Peraltro, pare che la cosa faccia anche piuttosto bene alla salute: allevierebbe l’emicrania, aiuterebbe la concentrazione e nella cura della depressione. 
 
E veniamo al fine settimana: sabato e domenica, “Alberando” sarà l’occasione per passeggiare nei viali del giardino e tra i banchi di una piccola esposizione di piante e fiori, e di prodotti naturali. Inoltre, sempre a cura dell’Associazione studenti scienze naturali, si terranno nuovi laboratori didattici. Infine, sono previsti momenti artistici: sabato alle 12, nell’Aula Magna, ci sarà il reading poetico “Radici e Chiome”, a cura di Costanzo Ioni (che cura anche l’intervento poetico del giorno seguente); mentre domenica (stessa ora, stesso luogo), il concerto di Francesco Cuomo (per voce e chitarra) “Napoli... sempre”, a seguire “Innesti Poetici”. 
Mercoledì 21 Novembre 2018, 11:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP