Alla Sala Molière ecco Cinemagma: una parata di film indipendenti

di Enrica Buongiorno

Dai film ai corti, dai documentari ai lungometraggi d’essai sino ai backstage e alle opere fuori formato: tutti rigorosamente d’autore. “Cinemagma” è la rassegna di film indipendenti nata da un’idea di Nando Paone e Cetty Sommella insieme a Giuseppe Borrone.

Il Teatro Sala Molière di Pozzuoli (presso il centro Art Garage) ogni mercoledì con cadenza settimanale a partire dal prossimo 9 gennaio (ore 20,30), ospiterà le proiezioni.

La serata inaugurale vede protagonisti quattro lavori che hanno appena iniziato il loro percorso festivaliero: “Dinosauri” di Carlo Guitto, interpretato, tra gli altri, da Enzo Moscato, Cristina Donadio, Nunzia Schiano, Ernesto Mahieux, Enzo Perna; “Nu more maje” di Agostino Fontana, con Elena Foresta e Tina Scognamiglio; “Cafésigaret”, di Agostino Devastato, interpretato da Agostino Chiummariello e Pasquale Russo; “Goodbye Marilyn”, cortometraggio di animazione di Maria Di Razza.

“Cinemagma rappresenta un affiancamento ai tradizionali circuiti distributivi per valorizzare quei film che, per tipologia o specificità artistiche, trovano in queste iniziative il veicolo ideale per incontrare un pubblico di cinefili o semplici appassionati”, spiega Giuseppe Borrone, lo storico del cinema che ha selezionato tutte le opere.

Il programma prosegue, il 16 gennaio, con una serata dedicata alla memoria di tre grandi attori napoletani prematuramente scomparsi: Salvatore Cantalupo, Antonio Pennarella, Riccardo Zinna. Prevista la proiezione dei cortometraggi: “L’ultima orazione”, di Gustav Baldassini, “Sensazioni d’amore” di Adriano Pantaleo, “Nessuno è innocente” di Toni D’Angelo.

Spazio al cinema del reale mercoledì 23 gennaio con i documentari, “Volturno”, diretto da Ylenia Azzurretti e prodotto da Parallelo 41, un road movie ambientato lungo il corso del fiume che scorre tra la Campania e il Molise, e “’O P’nneon” di Mauro Di Rosa, prodotto da Cantiere Teatrale Flegreo/En Art, incentrato sui festeggiamenti della Madonna Assunta a Pozzuoli e il tradizionale evento del palo di sapone. La serata conclusiva, mercoledì 30 gennaio, vedrà la proiezione dei premiati: “Ragù Noir”, di Alfredo Mazzara, “Manicure” di Francesco Natale, “Il nostro limite” di Adriano Morelli, “Fino alla fine” di Giovanni Dota.

 
 
 
 
 
Venerdì 4 Gennaio 2019, 12:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP