Con “Terra viva” Luigi Libra arriva anche a teatro

Lunedì 29 Novembre 2021 di Giovanni Chianelli
Con “Terra viva” Luigi Libra arriva anche a teatro

Dal cinema al teatro, passando per la musica. Dopo l’anteprima al Napoli Film Festival del documentario “Terra viva” il musicista e “cantattore” Luigi Libra arriva sul palco del teatro Sannazaro giovedì 2 dicembre, alle 20.30, con un lavoro tratto proprio dal suo documentario on the road. Il titolo resta quello del film, a fare compagnia sulla tavole della sala di via Chiaia la band storica di Libra: Mauro D’Ambrosio alla batteria, Nino Yambù Pomidoro alle percussioni, Pasquale Di Fiore al basso, Andrea Palazzo alle chitarre, Antonio Ottaviano al pianoforte e alle tastiere, Peppe Fiscale ai fiati e Alfredo Irace e Vania Di Matteo ai cori.

Viaggio di note e parole, lo spettacolo ripercorre il percorso condotto dall’artista nell’ultimo anno alla riscoperta della sua regione tra atmosfere, sapori e volti di una Campania inedita: l’Irpinia dei boschi incantati, il Cilento di un tempo eterno, il casertano coi suoi riti antichi, il Sannio tra palazzi storici e resistenze agricole. La strada parte da e finisce a Napoli, la città di Libra, prima intravista e poi riconquistata al termine del “viaggio al termine della terra”, per declinare Cèline. La colonna sonora è quella dell’album, di nuovo “Terra viva”, che Libra ha presentato di recente.

Serata altrettanto viva: non mancheranno le incursioni degli attori protagonisti del film, tra cui Peppino Di Capri e Julija Majarčuk, Marina Suma e Patrizio Rispo; prima del concerto una degustazione di prodotti di eccellenza dei vari territori. Alle  21.30 inizia il live sul palco, annunciato dai trailer del film e del libro edito da Homo Scrivens, con la prefazione di Antonello Perillo.

Ultimo aggiornamento: 14:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA