Coronavirus e «Portici in teatro»:
il palcoscenico diventa virtuale

Giovedì 19 Marzo 2020
Enorme successo sta riscuotendo la sesta edizione di “Portici in teatro”, l'unica iniziativa teatrale che consente fattivamente la partecipazione di compagnie ed attori a livello nazionale: “Non rinunciare al teatro” è il motto di cui si servono la rassegna nazionale e i suoi organizzatori i quali, presa coscienza della complessa problematica legata al Coronavirus, hanno deciso di offrire a tutti gli artisti la possibilità di mandare in scena i propri lavori con una sostanziosa novità: il palcoscenico sarà virtuale. L’evento teatrale consentirà di inviare in formato digitale gli spettacoli e i monologhi, che potranno essere ripresi da casa, non venendo così meno all’appello generale del #iorestoacasa.
Non è prevista alcuna RAPPRESENTAZIONE FISICA dello spettacolo ma soltanto la VISIONE e VALUTAZIONE del lavoro. A sostegno dell’iniziativa già diverse sono le personalità di spicco del mondo dello spettacolo e del teatro italiani intervenute con parole di elogio. L’arte e la passione per il teatro continueranno a sopravvivere nonostante le difficoltà, si adatteranno semplicemente alle circostanze e si serviranno dei moderni mezzi tecnologici per trovare comunque la loro più alta forma di espressione.Il teatro resta in piedi, non si arrende e si schiera a sostegno della nazione.

Questo è il link del bando per aderire all’iniziativa (ci si potrà iscrivere fino al 30 aprile): https://www.sendspace.com/file/mh5gh4 © RIPRODUZIONE RISERVATA