«Dorian Gray»: al San Carlo la bellezza e la solidarietà.

Sabato 4 Agosto 2018 di Salvio Parisi
Dorian Gray: la bellezza non ha pietà
Ancora una volta arte, storia e solidarietà s’incontrano al San Carlo di Napoli, dove è da poco andato in scena «Dorian Gray: la bellezza non ha pietà», lo spettacolo di teatro musicale prodotto dalla Maison Pierre Cardin per celebrare i 70 anni di carriera del maestro della couture.
 
 

Scritto dall’autore e compositore Daniele Martini, interpretato dall’attore Federico Marignetti e il ballerino Marco Vesprini, per la regia di Emanuele Gamba, ha adornato il teatro dell’opera partenopeo con video-mapping e proiezioni 3D, musiche dall’orchestrale al rock e monologhi emotivi, che hanno conquistato il pubblico del Massimo napoletano.
Tra il gremito pubblico oltre al sindaco De Magistris, la sovrintendente Rosanna Purchia, Il console di Montecarlo Bruno Mariano, l’onorevole Pecorario Scanio, il fotografo di moda Bob Krieger, Anna Maria Ziccardi, Ciro Oliva, Mariaconsiglia Visco Marigliano, Patrizio Rispo e tanti personaggi dal mondo dello sport, dello spettacolo e della moda di Napoli e non solo.

Lo spettacolo racconta il viaggio spirituale dell’immortalità Dorian Gray che, uscendo dalle pagine di Wilde, con la libera interpretazione di Daniele Martini, ha preso il corpo del giovane di oggi che davanti alla propria immagine si pone le domande wildiane esistenziali più attuali arrivando alla conclusione che «la vera bellezza, forse, invecchia perchè la verità non teme il tempo».

La vera bellezza, dunque, il tema della serata che è stata dedicata alla Fondazione Santo Bono Pausillipon che tanto opera per la salute dei bambini e il sostegno alle loro famiglie.
Alla Associazione Lilt sono stati devoluti invece gli introiti di altre repliche. © RIPRODUZIONE RISERVATA