Fiabe d’Autunno, domenica 2 ottobre in scena lo spettacolo «Lo Specchio di Biancaneve»

Fiabe d’Autunno, domenica 2 ottobre in scena lo spettacolo «Lo Specchio di Biancaneve»
Venerdì 30 Settembre 2022, 18:43
3 Minuti di Lettura

«Lo Specchio di Biancaneve s’è rotto, pure lui e in tutti i sensi!». Come questo sia accaduto lo si potrà scoprire domenica 2 ottobre all’Orto Botanico di Napoli nel prossimo appuntamento in programma alla rassegna «Fiabe d'autunno». Scritto e diretto da Giovanna Facciolo, va in scena «Nello specchio di Biancaneve», uno spettacolo con cui i piccoli spettatori potranno viaggiare nel magico mondo dei Fratelli Grimm e dei loro tantissimi personaggi, da Biancaneve a Cappuccetto Rosso, Hansel e Gretel, fino a Rosaspina. In scena Adele Amato de Serpis, Cristina Messere, Raffaele Parisi, Chiara Vitiello, i costumi sono di Iole Cilento. Uno spettacolo molto amato dai bambini con cui continua la programmazione della longeva rassegna teatrale, giunta alla sua 27a edizione, ideata ed organizzata dall’associazione «I Teatrini» e dall’Università degli Studi Federico II, nell’ambito de La Scena Sensibile con il sostegno del Mic.

«Nello specchio di Biancaneve», tratto dalle favole dei Grimm, presenta un allestimento itinerante nel magnifico scenario del parco napoletano. Qui, Giovanna Facciolo immagina una nuova storia non per Biancaneve ma per il suo Specchio. «Stanco e disgustato dalla vuota domanda della crudele regina, reiterata da secoli di letteratura – sottolinea l’autrice e regista - il meschino si ribella alla sua immobile schiavitù e, abbandonando la fiaba, fugge lontano cercando riparo e nuovi stimoli vitali tra gli alberi dell’Orto Botanico. Qui lo incontrano i piccoli spettatori che insieme a lui percorreranno i magici sentieri alla ricerca di nuove storie da vivere e raccontare». Un viaggio tra i personaggi delle favole più note dei fratelli Grimm: Biancaneve, Cappuccetto Rosso, Hansel e Gretel, Rosaspina. «Un andar per fiabe – conclude Giovanna Facciolo - che diventerà presto un piccolo viaggio di trasformazione, di formazione ai sentimenti, all’agire per il bene contro il male, a saper scegliere da che parte stare, semplicemente con gli strumenti di cui si dispone e secondo le proprie possibilità». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA