Al Teatro Nuovo arriva Idiot-Syncrasy di Igor e Moreno: «Promettiamo di restare insieme»

Martedì 7 Dicembre 2021
Idiot-Syncrasy

Idiot-Syncrasy di Igor e Moreno rivendica il potere della danza, come agente di cambiamento. Lo spettacolo in scena al Campania Teatro Festival - diretto da Ruggero Cappuccio e finanziato dalla Regione Campania - l’8 e il 9 dicembre al Teatro Nuovo è divertente ed energico; è una dichiarazione politica sull'attivismo e sulla perseveranza, nonché una tenera esplorazione dell'identità. Attraverso la ripetizione, Igor e Moreno invitano il pubblico a fermarsi a guardare ciò che abbiamo e a celebrare il legame tra le persone e la capacità dell'individuo di andare avanti.

The Guardian lo definisce uno spettacolo «caldo, favoloso e divertente, ma che ci rende anche vividamente e inquietantemente consapevoli degli stati alterati che noi e i ballerini possiamo attraversare nel corso di una performance». I due interpreti, radicalmente diversi anche se fisicamente simili, dichiarano: «Abbiamo iniziato col voler cambiare il mondo con una performance. Ci sentivamo degli idioti. Poi abbiamo ballato molto. Abbiamo saltato. Abbiamo fatto appello alle tradizioni popolari della Sardegna e dei Paesi Baschi. Abbiamo cantato. Abbiamo saltato ancora un po'. Ci siamo impegnati. Ora promettiamo di restare insieme. Promettiamo di perseverare. Promettiamo di fare del nostro meglio».

 

Lo spettacolo è accompagnato da una colonna sonora ipnotica che, ricollegandosi al canto popolare tradizionale – e, in particolare, alla canzone sarda del XVIII secolo – che si trasforma gradualmente e si fa tutt’uno con i performer stessi. Igor e Moreno saltano ininterrottamente per 45 minuti fino a quando raggiungono il culmine e si trasformano in due satelliti che orbitano nello spazio senza mai scontrarsi, generando una sensazione di estasi. È una sorta di abbraccio emotivo in slow motion che genera una nuova forza trasmessa al pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA