Lo schiaccianoci, il classico di Natale al Teatro San Carlo dal 29 dicembre al 5 gennaio

Una delle fiabe più affascinanti della tradizione nordica torna per cospargere di magia le festività natalizie. Da sabato 29 dicembre a sabato 5 gennaio rivivrà al Teatro di San Carlo Lo Schiaccianoci, balletto di Pëtr Il'ič Čajkovskijdivenuto pietra miliare del repertorio classico ottocentesco ed espressione della tipica anima borghese russa. La coreografia, da Petipa, è firmata dal direttore del Corpo di Ballo del San Carlo, Giuseppe Picone, che la definisce «immersa in una dimensione magica e fiabesca. Per accentuare l’atmosfera da sogno di questo splendido balletto, dallo scorso anno ho voluto inserire altri elementi sempre di Nicola Rubertelli all’interno della scenografia: un nuovo albero di Natale, una nuvola che fa volare lo Schiaccianoci nel mondo della Fata Confetto e altri pannelli scenici per le danze di carattere. La coreografia si distacca dalle innumerevoli versioni del titolo che ho danzato nel corso della mia carriera. Qui, ho voluto segnare un netto contrasto tra la realtà di Clara e il suo mondo fantastico animato dalla Fata Confetto separando i due ruoli per cui ho scelto due diverse interpreti».

L’Orchestra del Teatro di San Carlo sarà diretta da Karen Durgaryan, direttore armeno all’esordio al Massimo napoletano. In scena ci saranno, Vadim Muntagirov, Lauren Cuthbertson e Tatiana Melnik, assieme ai solisti, ai primi ballerini e al Corpo di Ballo del San Carlo, con la partecipazione del Coro di Voci Bianche diretto da Stefania Rinaldi e degli allievi della Scuola di Ballo diretta da Stéphane Fournial. Le scene sono di Nicola Rubertelli, i costumi di Giusi Giustino e luci di Carlo Netti.
 
Venerdì 21 Dicembre 2018, 17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP