Il Teatro Acacia presenta «Bufale e Liùne»

1-11 dicembre al teatro Acacia | Regia di Giuseppe Miale di Mauro | traduzione e adattamento Enrico Ianniello | una produzione Nest Napoli est Teatro / Diana O.r.i.s

Bufale e Liùne
Bufale e Liùne
Giovedì 1 Dicembre 2022, 18:13
3 Minuti di Lettura

La compagnia Nest approda al teatro Acacia con Bufale e Liùne di Pau Mirò, con la regia di Giuseppe Miale di Mauro. Lo spettacolo narra la storia, a tinte noir, di un ragazzo, che in piena notte si presenta in una lavanderia per far lavare una camicia sporca di sangue, l’adattamento di Enrico Ianniello, sposta la vicenda dal quartiere Raval di Barcellona alla periferia est di Napoli, facendo sembrare questa storia scritta proprio per la nostra San Giovanni a Teduccio. In scena Alessandra Borgia, Giuseppe Gaudino, Alessandra Mantice, Stefano Meglio, Adriano Pantaleo, con la partecipazione in voce di Francesco Di Leva. Lo spettacolo andrà in scena da stasera domenica 4 dicembre e da giovedì 8 a domenica 11 dicembre.

Da tempo pensavamo – come Compagnia – di affrontare la drammaturgia di Pau Mirò. Ne avevamo parlato spesso con Enrico Ianniello e tramite lui avevamo letto alcuni testi, poi un giorno Enrico ci ha detto: «Ho un testo perfetto per voi ma mi dispiace farvelo leggere perché avrei voluto tanto farlo io, solo che è proprio il testo vostro.» Dopo averlo letto abbiamo capito cosa intendesse, questa storia sembra scritta per noi: quella di una famiglia proprietaria di una lavanderia che vive nel ricordo di un fatto tragico avvenuto molti anni prima: la perdita di un figlio. La bellezza della scrittura di Pau Mirò consiste nel non voler mai sciogliere il nodo dell’ambiguità, sia della storia che dei personaggi che la vivono e la attraversano con il loro carico di delusioni e collera. Pau Mirò ha scritto una trilogia incentrata sulla storia di questa famiglia che ha messo in scena con grande successo in Spagna e in Francia in forma di tre spettacoli a sé stanti. Noi, invece, abbiamo proposto a Pau, in collaborazione con Enrico Ianniello, di unire due di questi tre testi facendolo diventare un unico testo con due forme diverse di messa in scena: stralci monologanti tratti da Bufale racconteranno al pubblico ciòche è avvenuto alla famiglia in passato e s’intersecheranno con l’azione scenica di Liùne che, invece, racconta il presente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA