Teatro Bolivar, ecco la nuova stagione: Iaia Forte inaugura il cartellone

Teatro Bolivar, ecco la nuova stagione: Iaia Forte inaugura il cartellone
di Enrica Buongiorno
Mercoledì 7 Settembre 2022, 17:14
3 Minuti di Lettura

Da Iaia Forte a Giobbe Covatta, da Valentina Lodovini a Mimmo Borrelli, Paolo Calabresi e Chiara Francini. Il teatro Bolivar annuncia la prima parte della nuova stagione 2022/23. 

«Abbiamo scelto di puntare su talenti già affermati tanto quanto su realtà emergenti che hanno molto da raccontare e, inoltre, daremo più spazio alla danza con spettacoli d’avanguardia che andranno a proporre linguaggi contemporanei e di forte impatto emotivo», spiegano i direttori artistici Anna Evangelista e Stefano Scopino di Nu’Tracks che a breve comunicheranno anche le date relative alla musica, ovviamente, immancabile. Nel frattempo, dopo uno start musicale sabato 17 settembre alle 20,30, con il concerto di Roberto Angelini (chitarrista nei programmi tv di Diego Bianchi "Gazebo" e "Propaganda Live"), Pier Cortese, Luca Carocci e Alessandro Pieravanti in “Fiori Rari – Storia romantica di un’etichetta indipendente”, la nuova stagione partirà  l'8 ottobre con lo spettacolo dal titolo "Interno familiare" di e con Iaia Forte, al sax Iavier Girotto. In cartellone, poi, il 15 ottobre "Amor Cruel, Historia de Carmen" regia e coreografia Manuelea Iannelli e Antonio Campaiola. Il 22 ottobre arriva sul palco di via Bartolomeo Caracciolo Giobbe Covatta con il suo Recital. A Novembre, il 6 , Yulia Mayarchuk sarà protagonista di "Una folle normalità" scritto e diretto da Juri Monaco mentre l'11 sarà la volta della danza con lo spettacolo "Soy Madera" coreografia Sabrona Gargano.

"Divin 'a mente Dante" sarà in scena il 13 novembre, di e con Francesca Muoio e Luca Trezza. L'attrice Valentina Lodovini è la protagonista, invece, della piece "A futura memoria", sul palco anche il Fontana Mix Quartetto d'archi con il primo violino Valentino Corvino. A seguire, il 25 "La legge non ammette Serafini" di Salvatore Testa progetto T.S.O. Il 26 e il 27, invece, andrà in scena un classico del teatro scarpettiano, "Tre pecore viziose" regia di Umberto Truglio. Il mese di dicembre, il 4, sarà inaugurato da Mimmo Borrelli e il suo "Napucalisse", musiche dal vivo di Antonio Della Ragione. Spazio alla danza il 16 dicembre con  "Funa danza verticale" che presenta "Camera con vista" e "Killing Time". Il 2023 sarà inaugurato, il 12 gennaio, dallo spettacolo "Lolita" con Paolo Calabresi, a seguire il 19  "Coppia aperta, quasi spalancata" con Chiara Francini e Alessandro Federico. Il 21 e 22 "Sangue agitato" di Antonio Marfella, il 28 e 29 gennaio "Cazzimma e arraggia"  di Fulvio Sacco e Napoleone Zavatto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA