Teatro dei Piccoli, sei giornate per un Natale d’arte dal 16 dicembre al 7 gennaio 2024

La programmazione artistica è ideata e organizzata da Casa del Contemporaneo/Le Nuvole, I teatrini e Progetto Sonora, d'intesa con il Comune

Teatro dei Piccoli, sei giornate per un Natale d’arte dal 16 dicembre al 7 gennaio 2024
Giovedì 7 Dicembre 2023, 16:56 - Ultimo agg. 18:58
3 Minuti di Lettura

Sei giornate per un Natale d’arte, fra teatro e musica, interamente dedicato a bambini e ragazzi fra realtà e fantasia. Nelle feste il Teatro dei Piccoli di Napoli si conferma casa delle arti dei bambini e ragazzi dove continuare a vivere la magia e le suggestioni di spettacoli e concerti (per tutti, dai 3 anni) anche insieme agli amici oltre alle famiglie.

Sei giornate in programma da sabato 16 dicembre a domenica 7 gennaio in cui le arti performative si fanno strumento per far conoscere ed apprezzare la gioia del contatto con musica e teatro dal vivo. La programmazione artistica è ideata e organizzata sempre da Casa del Contemporaneo/Le Nuvole, I teatrini e Progetto Sonora, realizzata d'intesa con il Comune di Napoli e la direzione della Mostra d'Oltremare.
«Tante le tematiche portate in sala dalle più attuali, oltrechè sempre più urgenti, di ecologia e ambiente, ma anche il tema della parità sociale e della coesistenza delle diversità che nasce dai principi di tolleranza e amicizia vera che, nella proposta di spettacoli e concerti, trova spunti da testi della tradizione e della contemporaneità» dichiarano gli organizzatori.

«Da sempre riteniamo che sia “grande essere piccoli” ed essere un bambino non significa allontanare responsabilità e voltare le spalle alla realtà, ma affrontare il quotidiano con più leggerezza e originalità».
Il programma parte sabato 16 dicembre (ore 11) con il gran concerto di Natale a cura dell’ensemble di progetto Sonora che, seguendo i principi del metodo di ascolto ispirate alle teorie scientifiche di E.E.Gordon, coinvolgerà il pubblico accanto ai musicisti nell’esecuzione dei brani ispirati alle tradizioni natalizie da tutto il
mondo.

Domenica 17 dicembre (sempre ore 11) ad accogliere le famiglie ci sarà un carismatico narratore (Roberto Pagura della compagnia Molino Rosenkranz da Pordenone) che, tra gli oggetti di un rigattiere, ha trovato il racconto de «I tre pini di Natale» spaventati dall’arrivo in montagna degli uomini con le motoseghe pronti a tagliare abeti con cui addobbare le proprie abitazioni. Liberamente ispirato al testo dell’intramontabile Gianni Rodari «La freccia azzurra» di Fondazione Aida (Verona) - nelle giornate di venerdì 29 e sabato 30 dicembre (ore 17) - porta sul palco la storia del piccolo Francesco che rischiò, tanti e tanti fa, di rimanere senza il giocattolo da lui tanto agognato per le feste.

Il finesettimana della Befana - sabato 6 e domenica 7 gennaio 2024 (ore 17) - ha come protagonista l’intramontabile Peter Pan. Il racconto di Fondazione Trg di Torino e Teatro Nazionale di Genova vuole essere un monito - soprattutto per i bambini quando saranno adulti - che bisogna saper coltivare e mantenere viva la capacità di sognare ed immaginare la realtà.

La speciale programmazione natalizia potrà essere l’occasione per valutare la possibilità per se stessi, e per un omaggio alle persone più care, di conoscere e valutare le opportunità delle «card famiglie»  a 5 o a 10 ingressi per raggiungerci a teatro tutto l’anno in questo luogo della città che «appartiene alle nuove generazioni
da generazioni». Biglietti 9 euro (per tutti dai 3 anni). Ingresso al Teatro da Viale Usodimare (pedonale) o
da Via Terracina (parcheggio in convenzione Quick Parking).

© RIPRODUZIONE RISERVATA