Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Teatro delle Rose, in scena la rassegna con Biagio Izzo e Peppe Barra

Venerdì 4 Marzo 2022
Teatro delle Rose, in scena la rassegna con Biagio Izzo e Peppe Barra

Nel segno della tanto auspicata ripresa e con lo stesso slogan utilizzato nei giorni più bui della pandemia, al teatro delle Rose di Piano di Sorrento, dal prossimo 11 marzo prenderà il via la rassegna «Ricominciamo - Andrà tutto bene». Un progetto realizzato dalla Ag produzioni teatrali con l'ausilio finanziario della Camera di Commercio di Napoli, pronto a portare in penisola sorrentina un cinquina di spettacoli all'insegna dei beniamini del pubblico e della qualità.

Con lo scopo di creare un nuovo momento di attenzione sul comparto teatro ancora sofferente per i postumi del Covid-19, e con l'obiettivo di valorizzare la cultura e la comicità partenopea tra gli amanti delle sale teatrali e i turisti, il mini cartellone proporrà i lavori di alcuni dei più gettonati artisti del panorama teatrale napoletano e nazionale.

Video

Scegliendo come punto di riferimento la penisola sorrentina e lo storicizzato ed accogliente cinema-teatro delle Rose, la Ag spettacoli ha pensato soprattutto al divertimento del pubblico e ad una ripartenza capace di riavvicinare le persone all'arte del palcoscenico. «Una iniziativa - hanno dichiarato gli organizzatori- che, grazie all'ausilio finanziario della Camera di Commercio di Napoli, vuole offrire la testimonianza della volontà di rinascita del territorio e della propria comunità di riferimento, mettendo in luce la capacità di trasformare in indotto le attrattive naturalistiche e storiche insieme alle peculiarità artistiche e culturali».

Con «Ricominciamo- Andrà tutto bene si partirà venerdì 11 marzo, quando, al teatro delle Rose, arriverà Biagio Izzo con il suo fortunato spettacolo “Tartassati dalle tasse”. Una commedia scritta e diretta da Eduardo Tartaglia con Mario PorfitoStefania de Francesco, Arduino Speranza, Roberto Giordano e Adele Vitale. A seguire, martedì 22 marzo, sarà la volta di Peppe Barra con “Mediterranee” (Atena – Bari – Napoli). Un progetto speciale di musica, canti e prosa, con Marina Mulopulos (Atene) Rosalba Santoro (Bari) Alessandra Bene (Napoli) Barbara Buonaiuto (Napoli) voce recitante Rosalia Porcaro e l'orchestra dal vivo con Paolo Del Vecchio chitarra e bouzouki, Luca Urciuolo pianoforte e fisarmonica, Sasà Pelosi basso, Ivan Lacagnina percussioni, Ivan Del Vecchio mandolino, Luigi Pelosi contrabbasso e Alessandro De Carolis flauti.

Il terzo spettacolo della minirassegna, previsto per giovedì 31 marzo, sarà quello di Francesco Cicchella in scena con “Ma perché non fai il cantante?”. Un lavoro scritto e interpretato dallo stesso artista con la partecipazione di Vincenzo De Honestis e una band di eccezionali musicisti. Giunti a mercoledì 6 aprile, sarà il turno di Paolo Caiazzo con “Non mi dire te l’ho detto”, una commedia scritta , diretta e interpretata dallo stesso Caiazzo che vedrà in scena anche Ciro Ceruti, Yuliya Mayarchuk, Francesco Procopio, Felicia del Prete e Marianna Liguori. A chiudere la rassegna, venerdì 22 aprile, sarà lo spettacolo “VeseVus” con Laura Amendola, Milena Setola e tutta la Compagnia Stabile del teatro delle Rose formata da 12 cantanti e attori e 8 ballerini.

Ed è con queste premesse che scegliendo piano di Sorrento con il suo teatro delle Rose, la società Ag Spettacoli con «Ricominciamo- Andrà tutto bene» saprà ricreare un'occasione straordinaria tutta da ammirare. Un'opportunità per fondere insieme la cultura teatrale e musicale con il turismo e le bellezze senza eguali di uno dei luoghi più famosi del mondo. Partendo dalla garanzia offerta dagli artisti in programma e dal fascino delle penisola, i cinque spettacoli si tramuteranno in un momento da ricordare e in una testimonianza di passione per la propria terra. Vivo esempio di un antico che si fonde con il moderno, con i linguaggi di ieri a confronto con quelli di oggi, gli spettacoli proposti rappresenteranno la continuazione naturale della millenaria tradizione napoletana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA