Capri si illumina per Natale e celebra
il gemellaggio con la Val di Sole

Domenica 24 Novembre 2019 di Anna Maria Boniello

Con l’accensione dell’albero ecologico e l’illuminazione della Piazzetta e del campanile, Capri si è vestita per Natale rinnovando nell’occasione il gemellaggio con la Val di Sole del Trentino. Il grande palco allestito nel salotto del mondo ha accolto i sindaci in fascia tricolore ed i dirigenti dell’Apt del comprensorio trentino per un appuntamento che si rinnova da venti anni.
 

 

A fare gli onori di casa sono stati il primo cittadino della Città di Capri, Marino Lembo, il vicesindaco Ciro Lembo e gli assessori della giunta comunale insieme al parroco di Capri don Carmine De Gaudio.  Sul palco per ricevere un riconoscimento anche il giovane chef Luigi Lionetti, recentemente insignito della sua prima stella Michelin che lo proietta nell’elite mondiale degli chef.

Come ogni anno, gli amici solandri hanno fatto nevicare per celebrare l’accensione degli addobbi natalizi e un candido manto ha imbiancato la storica Piazzetta Umberto I. 
La “nevicata” che ha interessato la più famosa delle piazzette capresi è stata realizzata grazie a speciali cannoni sparaneve forniti dalla Val di Sole. Un’opera apprezzatissima dalle centinaia di persone, grandi e piccoli, accorsi in piazza.

Il gemellaggio fra Capri e la Val di Sole prevede infatti un calendario di eventi ormai tipico, dove non manca il tradizionale incontro fra i piatti del Trentino e le specialità gastronomiche di Capri.
Gli allievi del Centro di Formazione Professionale Trentino Enaip di Ossana guidato dal direttore Luca Branz ed i ragazzi dell’Istituto Alberghiero di Capri “Ipseoa Axel Munthe” diretto da Antonella Astarita, si sono cimentati nella preparazione di un menù di mare, a base di pesce, servito per il pranzo e quello decisamente sostanzioso e tipicamente trentino, a base di polenta, crauti e “luganeghe” che è stato servito per cena in una Piazzetta affollata di isolani in occasione dell’accensione delle luminarie natalizie sul grande albero ecologico di Natale.
I ragazzi dei due istituti in primavera saranno protagonisti di una iniziativa che sarà senz’altro utile per arricchire la loro formazione: una sorta di “Erasmus culinario”, per accrescere la propria preparazione sui segreti delle rispettive eccellenze gastronomiche. Un know how importante che può ampliare gli sbocchi occupazionali al termine degli anni scolastici.
La manifestazione è stata allietata dal Gruppo Folkloristico Bella Capri e non è mancato anche un momento di musica tipica trentina ad impreziosire nel migliore dei modi il simpatico incontro tra il mare e la montagna che ogni estate viene scelta dal Calcio Napoli per il ritiro estivo, attirando in zona numerosi tifosi azzurri.

Ultimo aggiornamento: 18:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA