Declinazione art risto-bar per il reopening della “Galleria” con oltre cent’anni di storia

Declinazione art risto-bar per il reopening della Galleria con oltre cent anni di storia
Declinazione art risto-bar per il reopening della “Galleria” con oltre cent’anni di storia
di Salvio Parisi
Venerdì 8 Luglio 2022, 20:36
2 Minuti di Lettura

Restyling ultra design e restauro conservativo per la storica Galleria Navarra di piazza dei Martiri, nata a metà ‘800 e arrivata ai giorni nostri attraverso diverse destinazioni d’uso e successive trasformazioni strutturali (non sempre opportune), ma ora finalmente restituita al pubblico glamour e mondana di Chiaia ma non solo. Con circa sette anni di lavori gli artefici del nuovo progetto sono gli imprenditori Franco Manna e Pippo Montella, già fondatori di Rossopomodoro, che con la famiglia D’Alessio, proprietaria delle mura dal 1991, hanno curato l’intervento di restauro. 

 

Rilettura tra contemporary art gallery e cocktail room, risto-garden e salotto culturale questo nuovo spazio ultracentenario conserva e restituisce al visitatore autentiche bellezze: dall’elegante architettura neoclassica di tetti, timpano e frontone al soffitto a cassettoni lignei, capitelli corinzi, e un prezioso pavimento di mosaico. Un moderno San Gennaro, realizzato da Ventrella con l’inconfondibile tratto dell’iconico gioielliere partenopeo, campeggia nella sala ristorante sul forno pizze, diretto al maestro Davide Civitiello, mentre sulle pareti “girano” trimestralmente le opere di giovani artisti selezionati dalla Fondazione Made in Cloister di stanza a Porta Capuana al Chiostro di Santa Caterina a Formiello.

Per le due serate di opening un pubblico selezionato di invitati con degustazione di pietanze tradizionali, pizza d’autore e drink esclusivi dai master mixologist tra la sala lounge e al fresco del giardino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA