«L'oro di Napoli»: babà, pizza e sfogliatella diventano gioielli artigianali

di Giuliana Covella

Food e fashion, gusto ed estetica, un binomio che sta diventando sempre più indissolubile nella nostra cultura. Accade così che gioielli forgiati da abili mani artigiane possano trarre ispirazione dai «must» della tradizione culinaria campana. Parte da qui “L’oro di Napoli”, evento in programma il 28 settembre alle 19, presso la bottega Eres Design in via Arenella 94, con cui l’artigianato incontra la cultura gastronomica nei gioielli di Flavio Toro. Quest’ultimo ha voluto rendere omaggio con le sue creazioni in argento e bronzo alla città di Napoli e alle sue arti. Ecco allora che pizza, tarallo, babà e sfogliatella saranno le punte della collezione “L’oro di Napoli” che ha lo scopo di fare da ponte tra artigianato  e gastronomia.
 
 

«In questi anni ho assistito con gioia ad una vera e propria rinascita della città e del suo orgoglio verso le proprie radici più autentiche e antiche – dichiara Toro - e creare legami tra i vari artigiani in città per valorizzarne la cultura nei suoi aspetti più variegati è l'obiettivo di questa campagna, che promuove la mescolanza delle arti all'interno della mia bottega orafa». Eres Design (www.eresdesign.it), che ha inaugurato tre anni fa nel borgo di Antignano, ospiterà venerdì la presentazione dei nuovi gioielli. Anelli, orecchini, collane, fatte a mano forgiando argento e bronzo, che prendono le sembianze dei prodotti tipici della cucina napoletana.
In occasione dell’evento e fino al 18 ottobre, nella bottega saranno esposti i quadri di Fabrizia Cesarano “Inartebizia”, un'esplosione di colori tra le forme di una Napoli onirica e simbolica.
“L’oro di Napoli” è una collezione che omaggerà anche un altro lato della città, quella più misteriosa, esoterica, le cui creazioni verranno svelate però soltanto a dicembre.




 
Mercoledì 26 Settembre 2018, 16:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP