Per la rassegna «Il Parco in maschera» si riaccende il Tempio di Serapide

Giovedì 6 Agosto 2020 di Patrizia Capuano
Tempio di Serapide

Al via il calendario di eventi estivi del Parco archeologico dei Campi Flegrei, iniziative nella Piscina Mirabilis e nel Tempio di Serapide. La rassegna «Il Parco in maschera», inaugurata con successo di pubblico e critica, si apre a nuovi partner con cui si definiscono ulteriori modelli di gestione di due luoghi simbolo del comprensorio flegreo. Un percorso intrapreso in sinergia con le amministrazioni comunali di Bacoli e Pozzuoli.
 
«La Piscina Mirabilis di Bacoli e il Macellum/Tempio di Serapide di Pozzuoli sono icone del nostro territorio - afferma il direttore del Parco, Fabio Pagano  - sono i due monumenti oggetto di un’innovativa sperimentazione di partenariato pubblico privato che prenderà avvio dopo l’estate e pone il nostro Parco in prima linea a livello nazionale. Il Parco archeologico dei Campi Flegrei apre i suoi confini e allarga i propri orizzonti, per consentire una più ampia fruizione del nostro patrimonio e generare opportunità di crescita per il territorio flegreo. Per dare un segnale concreto già quest’estate e accompagnare l’attesa verso le nuove tappe, abbiamo voluto iniziare a dare un segnale forte di riapertura e riaccensione. La nostra rassegna“Il Parco in maschera”, che sta riscuotendo un ampio successo, si allarga includendo nuovi luoghi ma soprattutto nuovi partner verso un percorso sempre più inclusivo e condiviso».
 
Venerdì 7 agosto inizierà il programma con la riaccensione delle luci sul Tempio di Serapide/Macellum di Pozzuoli e uno spettacolo, organizzato dall’ATI Macellum, dal titolo «Ouverture, verso il mediterraneo e oltre, una scenografia composta da luci, laser, proiezioni e musica. Prossima l’apertura al pubblico del sito archeologico, per secoli  luogo di incontri e di scambi, non solo commerciali, tra mondi ed etnie diverse provenienti dalle varie province dell’impero.
Attraverso una selezione di brani strumentali, rivivranno le culture ed i suoni del Mediterraneo interpretati da noti artisti campani. Lo spettacolo di luci e suoni avrà inizio al tramonto e durerà fino alla mezzanotte. «A quanti volessero assistere all’evento dalle aree esterne che delimitano il sito è raccomandato di utilizzare la mascherina di protezione, mantenere il distanziamento sociale e non creare assembramenti», affermano dal Parco. In caso di condizioni meteo avverse la coreografia di luci, laser, proiezioni e musica non potrà essere effettuata. Lo spettacolo musicale sarà ripetuto nei giorni 8 agosto, 25 e 26 settembre.
 
«Il Macellum Tempio di Serapide, illuminato di notte,  è per noi motivo di orgoglio – dichiara il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia – Il sito, come tutti sanno, è non solo una grande testimonianza storica e archeologica, ma è un simbolo di Pozzuoli, conosciuto in tutto il mondo. Ecco perché tutto quello che si fa per esaltarne la bellezza è sempre ben accetto e si spera duri nel tempo. Il Macellum, avvolto in uno straordinario gioco di luci e colori, diventa ancor più un luogo di attrazione e rappresenta per noi un elemento essenziale dell'azione di valorizzazione del territorio che stiamo mettendo in campo, spesso grazie anche alla sinergia tra pubblico e privato».
 
Domenica 9 agosto inizieranno invece gli eventi organizzati nella Piscina Mirabilis a Bacoli, dall’ATS StraMirabilis che renderà il monumento fruibile con diverse prospettive di visita.
Si parte con «Una Mirabile Esperienza», una visita guidata al monumento, nei giorni 7, 8 e 9 agosto, dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30). Il luogo di inizio del tour è la Villetta Campi Elisi.
Martedì 12, mercoledì 13 e martedì 26 agosto, andrà in scena la rappresentazione teatrale La notte del Grand Tour, nel corso della quale sarà possibile rivivere le emozioni dei visitatori del Grand Tour attraverso le parole e i suoni di due viaggiatori dell’epoca, interpretati da Irene Scarpato e Raffaele Giglio (due i turni, alle 19.30 e alle 20.30).
 
A settembre una serie di appuntamenti saranno dedicati ai più piccoli con l’iniziativa «StraMirabilis in famiglia», che comprende la visita guidata al monumento e laboratori didattici: durante il tour nella cisterna imperiale  i due personaggi di «Gutta&Lichene», animati mediante l’utilizzo di apposite tecnologie, interagiranno con i bambini e i loro genitori raccontando la storia del luogo e la loro «mirabile convivenza». La visita terminerà con i laboratori didattici (12-13, 19-20, 26-27 settembre 2020; sabato ore 16 - 18.30, domenica ore 10.30 - 12.30).
Tutti gli eventi sono gratuiti, con obbligo di prenotazione (prenotazioni@piscinamirabilisbacoli.it; 0810140916). Ai partecipanti sarà offerto un aperitivo di benvenuto.
 
Il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione, afferma: «La riapertura della Piscina Mirabilis, tesoro archeologico della nostra città, è per noi segno ed auspicio di un nuovo modo di vivere Bacoli. La fruizione del bene pubblico sia non solo una opportunità economica per l’intera comunità, ma soprattutto una crescita culturale e morale, un segno di forte appartenenza al territorio ed una sensibilizzazione alla tutela dello stesso – aggiunge -  La rete dei siti archeologici a Bacoli è strettamente correlata alla vita della cittadinanza. Che questa simbiosi sia sempre alla base di ogni scelta politica ed imprenditoriale, privilegiando una visione complessiva  nel recupero e  nella gestione dei beni artistici ed archeologici. Questo momento è solo il preludio di una tappa importante, fondamentale, che prevede in pochi anni la fruizione di altri tesori come le Centum Cellae o l’Odeon di epoca romana, noto come Tomba di Agrippina, da troppo tempo negati ai cittadini ed ai turisti. Ricominciamo a camminare!».
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA