Fece uccidere il marito, Patrizia Reggiani torna libera dopo 22 anni

Patrizia Reggiani
di Angela Calzoni

Torna libera dopo 22 anni Patrizia Reggiani, la vedova di Maurizio Gucci, ucciso il 27 marzo 1995 nell’atrio del suo palazzo, in via Palestro a Milano.

L’imprenditore è stato freddato con quattro colpi di pistola dal killer Benedetto Ceraulo. Per la Procura, a mettere in moto il meccanismo che ha portato all’omicidio è stata proprio la ex moglie, che negli ambienti del jet set internazionale era stata soprannominata la “Liz Taylor della griffe”. Per la Procura, la Reggiani aveva pagato 600 milioni a una banda per togliere di mezzo Gucci, da cui si era separata anni prima. Condannata come mandante dell’omicidio, ha trascorso 17 anni nel carcere di San Vittore finché nel 2014 ha ottenuto l’affidamento in prova ai servizi sociali e ha lavorato alcuni anni nello showroom di bijoux e accessori Bozart.

Ora il giudice Roberta Cossia del Tribunale di Sorveglianza ha deciso di non applicare, come aveva chiesto il difensore della Reggiani, Danilo Buongiorno, i tre anni di libertà vigilata che le restavano da scontare. La ragione? Per il magistrato Patrizia Reggiani non è più socialmente pericolosa e risarcirà l’ultima compagna di Maurizio Gucci Paola Franchi e il portiere Giuseppe Onorato, ferito nell’agguato.
Martedì 21 Febbraio 2017, 09:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP