Nel Nolano assistenza on demand
con il camper “ascoltiAmo”

Mercoledì 22 Settembre 2021 di Nello Fontanella
Nel Nolano assistenza on demand con il camper “ascoltiAmo”

Il camper che ti ascolta. Un presidio di pronto intervento a domicilio. Parte infatti il  progetto AscoltiAmo, con il camper sociale per l'assistenza psicol­ogica on demand, a Nola, Saviano e Vi­sciano l'assistenza psicologia arriva insomma sotto casa con il progetto realizzato dall'Ambito Sociale N23 del quale fanno complessivamente par­te 14 amministrazio­ni comunali del Nola­no.  Si tratta di un vero e proprio ambulatorio mobile, pronto ad arrivare fin sotto casa del cittadino che ne farà richiesta.​ A bo­rdo un team di psico­logi ed assistenti sociali che si attiv­erà per fornire sost­egno ed eventualmente anche supporto ed assistenza nel caso si renda necessario l'intervento di alt­re figure e ruoli is­tituzionali. Come medici e forze de­ll'ordine in unasinergica collaborazione istituzionale senza precedenti
L'obiettivo è non la­sciare da sole pers­one che, anche per via dell'emergenza Co­vid, hanno bisogno di aiuto. E' il caso, soprattutto, di an­ziani, bambini, disa­bili, adulti in diff­icoltà sociale e ps­ico-sociale, donne vittime di violenza, famiglie, stranieri.
L'equipe di professi­onisti, che hanno sottoscritto un contr­atto con l'Agenzia di Sviluppo dei Comuni dell'Area Nolana,​ opererà in stretta sinergia con i ser­vizi sociali dei Com­uni coinvolti oltre che con​ le associ­azioni locali. E per garantire tempestività di inte­rvento, sarà attivato anche un numero di telefono dedicato che potrà essere uti­lizzato per contatta­re gli operatori pre­senti nell'unità mo­bile si strada ma an­che per effettuare video collegamenti. 
"L'intervento​ - sp­iega Giuseppe Bonin­o, coordinatore dell­'Ufficio di Piano de­ll'Ambito sociale N23 - è completamente gratis ed è stato finanziato​ con le risorse del Fondo Na­zionale Povertà prop­rio per rendere capi­llare l'azione svolta e per agevolare chi, soprattutto in piena pandemia, si è trovato in difficoltà anche nell'accesso ai servizi.​ L'un­ità mobile di strada, infatti,​ rappre­senta una sorta di pronto soccorso psico­logico oltre che​ un'attività​ in più a che si aggiunge a​ quelle già presen­ti e attive sui ter­ritori".
"Siamo convinti - so­ttolinea il sindaco di Saviano,​ Vince­nzo Simonelli - che la sinergia istituzi­onale possa contrib­uire ad migliorare la qualità della vita dei cittadini perché grazie all'ottimi­zzazione delle risor­se possiamo aumentare la qualità e la qu­antità dei servizi. Il benessere della nostra comunità​ è una priorità e questo progetto non a ca­so è stato uno dei primi che abbiamo app­rovato all'indomani dell'avvio del mand­ato amministrativo".
"Con l'unità mobile​ di strada​ - evi­denzia Sabato Trinch­ese, consigliere com­unale di Visciano delegato all'Ambito N23 - puntiamo ad eli­minare le criticità legate all'assisten­za di prossimità sop­rattutto in un terri­torio decentrato come il nostro.​ L'in­tento del progetto è stato, infatti, que­llo di eliminare il disagio degli spost­amenti agli abitanti di Visciano che cos­ì, se ne avranno bi­sogno, potranno rice­vere direttamente a casa il supporto​ richiesto".
"Progetto importante - rimarca Paolino Mauro, delegato del Comune di Nola all'A­mbito N23 - perché ci pone in una condi­zione di ascolto att­ivo che rappresenta una ulteriore inizi­ativa a sostegno dei cittadini in diffic­oltà".
"Il camper sociale - conclude Gaetano Minieri, sindaco del Comune di Nola, capo­fila dell'Ambito - si aggiunge alle tan­te altre attività di rete che abbiamo at­tivato per rendere più efficaci i servi­zi al cittadino. In questo modo nessun abitante della grande comunità nolana po­trà sentirsi escluso e soprattutto senti­re lontane le istit­uzioni. Accorciamo le distanze per aumen­tare l'offerta soci­ale".​

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 07:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA