A Saviano i migranti impiegati in lavori socialmente utili


Col sorriso sulle labbra, allegri e spensierati e armati di scope, palette e buste: eccoli i migranti impiegati in lavori socialmente utili. Un progetto di accoglienza teso alla piena integrazione. Sono da ieri a lavoro sul territorio del Comune di Saviano infatti, i cittadini stranieri che hanno presentato istanza di riconoscimento della protezione internazionale ospitati nei due centri, impiegati a titolo gratuito e su base volontaria nella pulizia e riordino degli spazi verdi; pulizia e riordino dei luoghi pubblici quali piazze, rotatorie, strade; pulizia e riordino di edifici pubblici di proprietà comunale quali sede comunale, biblioteca, scuole. Un impiego reso possibile grazie protocollo d'intesa sottoscritto a ottobre scorso dal Sindaco Carmine Sommese con il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, il  Presidente del consiglio di amministrazione della Fisiomedical Consulting Annunziata Mautone e il legale rappresentante della soc. l'Impronta Patrizia Arpaia che a Saviano gestiscono i due centri di accoglienza. L'accordo consente di coinvolgere i migranti in attività socialmente utile per tre ore al giornoi. "Una iniziativa tesa alla piena accoglienza che consente ai migranti ospiti di sentirsi parte attiva all'interno della stessa comunità, favorendo l'integrazione - dice il Sindaco Carmine Sommese - e in accordo con il prefetto abbiamo già deciso di ampliare il protocollo per impiegare successivamente i migranti anche nelle attività di protezione civile".
 
 
 
 
Giovedì 7 Dicembre 2017, 16:22 - Ultimo aggiornamento: 07-12-2017 21:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP