Assistenti sociali, la campagna:
«Da nessuno a uno a 5mila»

Eliminare i vuoti in organico degli assistenti sociali nei Comuni, dove la legge prevede un assistente sociale ogni cinquemila abitanti, norma del tutto inapplicata. Ed è così partita la campagna “...Da nessuno, ad Uno a Cinquemila” dell’Ordine regionale degli Assistenti Sociali della Campania, presieduto da Gilda Panico: una mobilitazione partita strategicamente con una conferenza stampa a Napoli nella sede dell’Anci

Alla conferenza stampa, dopo il saluto del presidente dell’Anci Campania, onorevole Domenico Tuccillo, sono seguiti gli interventi di Gilda Panico, presidente del Consiglio dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Campania e degli ideatori della campagna, Andrea Di Fiore, Gennaro Izzo in audio e Paolo Manfredi, consiglieri dell’Ordine, ideatori della campagna.

“Gli assistenti sociali - dice Gilda Panico - sono una figura importante e portante nelle relazioni umane, anello di congiunzione strategico tra i cittadini in condizioni di fragilità”.

Solo al Comune di Napoli sarebbero almeno cento gli assistenti sociali da assumere. Una situazione che nei servizi sociali potrebbe precipitare nei prossimi mesi con il pensionamento di decine di operatori. Questo in una città quotidianamente alle prese con mille emergenze, a cominciare da quella di assistere almeno millecinquecento clochard. Un’emergenza che ha fatto scattare la mobilitazione dell’Ordine. 

Sarebbero oltre mille i posti di assistenti sociali vacanti nei Comuni della Campania. Alla conferenza stampa è intervenuta anche l’assessore Comunale di Napoli,  Roberta Gaeta, che, dopo aver fatto una panoramica sul lavoro dei servizi sociali in una grande città, si è apertamente dichiarato favorevole alla mobilitazione dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Campania.
Sabato 12 Ottobre 2019, 19:46 - Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre, 19:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP