Coronavirus, a Napoli nasce l'iniziativa: «L'Armadio dei pigiami»

Domenica 5 Aprile 2020
In tempi di coronavirus esiste anche una solidarietà particolare, quella dell'Armadio dei pigiami. A Napoli, infatti, un'iniziativa ad hoc si occupa di fornire, pantofole monouso, detergenti, spazzolini e pigiami ai degenti che ne sono privi in alcuni ospedali napoletani come il Loreto Mare, l'Ospedale del Mare, Villa Betania. È uno dei quattro progetti annunciati da Gerardo Mariano Rocco di Torrepadula, delegato per la Campania degli ordini dinastici della Real Casa di Savoia. «In questo terribile momento per l'Italia e per il mondo - spiega - dobbiamo sforzarci di alzare il nostro sguardo verso la speranza e la nostra appartenenza agli ordini dinastici della Real Casa di Savoia deve farci sentire il dovere di dare speranza a chi è più svantaggiato di noi».

LEGGI ANCHE La storia di Peppa, 109 anni, la nonna di Napoli canta per scacciare la paura

La Campania ha così accolto l'invito di Emanuele Filiberto e di Johannes Niederhauser, gran cancelliere degli ordini dinastici, «affinchè ogni delegazione sostenga gli sforzi del proprio territorio per contrastare la diffusione del Covid 19». A seguire il progetto per realizzare L'Armadio dei Pigiami, è monsignor Luigi Castiello, cappellano ospedaliero. Previsto poi un progetto per acquistare un ventilatore polmonare per l'ospedale di Agropoli, convertito a Covid Hospital: ne è curatore il vicario di Rocco di Torrepadula per la provincia di Salerno, Salvatore Guzzi. C'è poi una raccolta fondi per il DEA di Nocera-Pagani-Scafati, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Salerno, curata da Massimo d'Onofrio. Infine, una raccolta fondi per l'acquisto di materiale sanitario per gli operatori di Villa dei Fiori di Acerra, struttura dedicata all'emergenza Covid e della quale è primario di Chirurgia il professor Sergio Grimaldi. Curatore dell'iniziativa è Giovanni Felice di Prisco.
Ultimo aggiornamento: 12:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA