Coronavirus a Napoli, il grande cuore dei lettori del Mattino per il Cotugno: piccoli gesti di generosità

Mercoledì 1 Aprile 2020 di Gigi Di Fiore
Dopo due settimane, non si ferma la raccolta fondi promossa dal Mattino per sostenere il lavoro dei sanitari dell'ospedale Cotugno in prima linea contro il coronavirus. I primi 160mila euro sono stati trasferiti all'amministrazione dell'Azienda ospedaliera dei Colli e sono stati utilizzati per l'acquisto di un «sistema di monitoraggio per una nuova terapia intensiva» con dieci posti letto. Si tratta di un macchinario che, attraverso dei monitor, consente il controllo e lo screening a distanza delle condizioni di salute del paziente. Le esigenze dell'ospedale, però, non finiscono nella lotta contro un virus che aggredisce i polmoni e può provocare conseguenze da controllare sia nel sistema carciocircolatorio sia nel funzionamento dei reni.



È per questo che, su suggerimento dei medici responsabili, come Raffaele Merenda direttore dell'unità coronarica, il direttore amministrativo dell'ospedale, Giovanni De Masi, prevede di impiegare i prossimi fondi che arriveranno dalla raccolta promossa dal Mattino nel potenziamento della struttura di terapia sub-intensiva cardiologica, oltre che negli strumenti per la dialisi separata necessaria ai contagiati dal virus covid-19 con problemi renali. Ma questi saranno i prossimi impieghi dei fondi. Altri 175mila euro già raccolti serviranno invece per un macchinario necessario all'emodinamica, sempre nel reparto di unità coronarica. E la raccolta prosegue con costanza e continua la gara di solidarietà di tanti che vogliono inviare anche 5 o 10 euro per aiutare l'ospedale Cotugno e i suoi sanitari nel difficile impegno che va avanti da giorni.
 

Sono arrivati a trenta, invece, i testimonial della campagna del Mattino. Personaggi del mondo dello spettacolo come dello sport, che ogni giorno dall'avvio dell'iniziativa hanno voluto registrare da casa un loro messaggio, per invitare i lettori a contribuire a sostenere il Cotugno. Due al giorno gli appelli. Alla squadra dei testimonial si è unito Amadeus, che esordisce così: «Un grande saluto a Napoli, sapete quanto sia affezionato e innamorato della vostra città». Poi aggiunge, in un messaggio d'impronta personale: «Avete dimostrato già una grande sensibilità nello stare accanto all'ospedale Cotugno in prima linea, impegnato in un lavoro che non potremo mai dimenticare». Infine, l'appello di «stare a casa» che per la Protezione civile da giorni Amadeus rilancia sugli schermi Rai. E la conclusione: «Diamo una mano e viva Napoli». Il trentesimo testimonial è Red Canzian dei Pooh, che dice: «Io sono qui per sostenere la campagna del Mattino e dovete esserci anche voi a sostenere il lavoro importante di chi mette a repentaglio anche la propria vita».

L'Iban, per inviare il proprio contributo alla Banca Finnat su un conto corrente dedicato, è sempre IT 16 U 03087 03200 CC0100061038 con la causale «Il Mattino per emergenza coronavirus».  © RIPRODUZIONE RISERVATA