Coronavirus, da Napoli #scienzaacasa per tutti i bambini

Martedì 24 Marzo 2020 di Emanuela Sorrentino
Città della Scienza porta la​ #scienzaacasa
In questo delicato momento in cui i visitatori abituali non possono recarsi a Città della Scienza, il polo scientifico partenopeo lancia il servizio digitale​ #scienzaacasa, con l’obiettivo di offrire loro, in particolare ai bambini e ragazzi, costretti a casa per la chiusura scolastica, la possibilità di continuare ad ‘imparare divertendosi’, secondo lo storico motto del museo interattivo.

Per tutta la durata della chiusura scolastica Città della scienza consegnerà gratuitamente a casa dei suoi piccoli e grandi visitatori, attraverso il sito www.cittadellascienza.it e la pagina Facebook, numerose scorte di scienza, sapere e conoscenza.

Alcune delle prime pillole scientifiche, a cura degli esperti ed animatori scientifici di Città della Scienza, sono già fruibili on line, approfondendo diversi temi come le tecnologie della natura quali l’idrorepellenza, rintracciabile nelle foglie di alcune piante come il salvione e di uccelli come il gabbiano. Lo studio della struttura chimica di queste barriere naturali ha consentito infatti all’uomo di rendere impermeabili abiti, vetri, visiere e perfino fogli di carta assorbente. Spazio anche alla fisica con esperimenti legati alla caduta di oggetti come bottiglie e bicchieri pieni d’acqua, per osservarne i comportamenti spesso sorprendenti e comprendere anche il fenomeno della caduta verso la terra degli astronauti e della stazione spaziale. E ancora una dimostrazione sull’inquinamento del mare per capire dove finisce il petrolio disperso in esso e come sia impossibile da eliminare.

Inoltre, nella sezione del sito La scienza vincerà, è possibile trovare un approfondimento scientifico sull’emergenza Coronavirus alla portata di tutti grazie ad un protagonista d’eccezione: Bit, la mascotte di Città della Scienza, che ritorna in versione scienziato per combattere l’emergenza sanitaria e chiarire alcune importanti questioni sul Coronavirus, la sua origine e la sua prevenzione.

Infine una galleria di disegni dal titolo Il Coronavirus visto dai bambini, realizzati dai bambini della prima elementare, sezione B e D, della scuola Madonna Assunta di Bagnoli, che offre il prezioso sguardo dei più piccoli sull’emergenza, uno spunto di riflessione vitale che apre uno spaccato importante sulla difficile condizione dei più piccoli in questi giorni di sospensione della normalità. Ultimo aggiornamento: 23:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA