Doni e spettacoli per i piccoli malati di Napoli, al via la raccolta natalizia

Venerdì 16 Novembre 2018 di Melina Chiapparino
È partita la raccolta di giocattoli che verranno donati ai bambini ricoverati negli ospedali di Napoli e provincia. Un appuntamento di solidarietà in vista del Natale, che si rinnova ogni anno con i volontari dell'associazione Casper impegnati nella raccolta di libri, album e giocattoli da consegnare ai piccoli ospiti dei centri pediatrici campani. Tutti possono contribuire ad alleviare le difficoltà delle ospedalizzazioni dei bimbi, lunghe o brevi che siano, partecipando alla donazione che sarà accompagnata da spettacoli per far divertire i degenti più piccoli con una particolare attenzione e programmazione per i pazienti con patologie oncologiche e malattie rare.

L'animazione con elfi, fate e l'immancabile Babbo Natale sarà rivolta anche ai bambini più grandi con maschere e personaggi ispirati al mondo dei cartoni animati. «E’ l’ottava edizione dell'iniziativa rivolta esclusivamente ai minori ricoverati affinché possano trascorrere anche loro le festività con gioia nonostante la lotta contro le malattie--spiega Daniele Maffettone fondatore della Casper-chiunque può partecipare informando si su date e punti di raccolta dal sito www.supereroiincorsia.it.».

Unica raccomandazione riguarda i giocattoli che vanno donati  nuovi e impacchettati con un'indicazione specifica per chiarire se si tratti di un gioco per maschietto o per una femminuccia e, dove possibile, anche informazioni sull’età consigliata, visto che le donazioni coinvolgono i bambini da neonati fino a adolescenti. Dalla pagina social di Daniele Maffettone, è possibile consultare un video-promo dell'iniziativa che specifica tutti i dettagli e le collaborazioni  portate avanti in questa importante missione di concreta solidarietà a cui si può partecipare contattando il numero dell'associazione 081.8181283.

Le donazioni saranno aperte fino al 21 dicembre, poi, inizierà la consegna dei giochi raccolti nelle strutture ospedaliere che vengono visitate con regolarità dai volontari Casper. Giocattoli e spettacoli allevieranno le degenze dei bambini all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, al Secondo Policlinico di Napoli, all’ ospedale Umberto I° di Nocera, al Monaldi di Napoli e all’ospedale Rummo di Benevento. I volontari faranno rete anche con altre associazioni per le donazioni al Santobono e al Pausillipon di Napoli, all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta e presso, l’Oncologia Pediatrica del I° Policlinico di Napoli.

L'iniziativa dell'associazione Casper andrà oltre gli ospedali pediatrici, per arrivare nelle case famiglia e nei centri per minori sempre su territorio campano. Impegno e professionalità dei volontari saranno a oatenuti dall’aiuto e dalla collaborazione di calciatori, sportivi e campioni di varie specialità olimpiche e personaggi dello spettacolo. Quest’anno il messaggio lanciato dall'associazione è un appello a partecipare sempre più numerosi perché «la solidarietà non è un gioco, ma può essere un giocattolo».
  © RIPRODUZIONE RISERVATA