«Nessuno è escluso», un progetto contro l'epilessia all’Istituto Fortunato

Venerdì 15 Ottobre 2021
dal sito ufficiale dell'istituto Fortunato

Lunedi 18 ottobre ha inizio all’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Giustino Fortunato”, Napoli, il progetto di alternanza scuola lavoro (che durerà fino al 10 novembre), “Nessuno è escluso. L’epilessia nella società contemporanea: esperienze e buone prassi per una cultura dell’inclusione”, voluto e organizzato dall’associazione Eco – Epilessie Campania OdV, i cui soci sono anche relatori, il presidente Rossella Giaquinto, i membri del Consiglio Direttivo Maria Rosaria Annunziata e Anna Stilo e i medici del Centro dell’Epilessia dell'azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli.

Un ciclo di 15 ore rispettivamente per le classi terze e le quarte dell’Isis, teso a promuovere forme di cittadinanza attiva e pratiche di solidarietà sociale nelle giovani generazioni, illustrando agli studenti cosa sia l’epilessia, come si manifesta, come si gestiscono le crisi, e come ci si rapporta con i malati di epilessia, malattia troppo spesso stigmatizzata per la scarsa conoscenza delle sue cause e manifestazioni.

La scelta è per una formula educativa informale attraverso l’inclusione dei ragazzi, che già il primo giorno di corso avranno regalato dall’associazione e offerto dall’Azienda visone di San Sebastiano al Vesuvio, un braccialetto che identifica il progetto. E poi il racconto della malattia: genesi, manifestazioni, cure, comportamento in caso di soccorso ad una persona colpita da crisi, dalla professoressa Bilo, presidente del comitato, coordinatrice della Lice – Lega Italiana Contro l’Epilessia – per la macroarea Campania e Molise e responsabile del Centro dell’Epilessia dell'azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli: Ma anche e soprattutto il racconto diretto di chi vive l’esperienza della malattia, persone in grado di trasmettere ai ragazzi il valore delle parole “uguaglianza e parità di opportunità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA