Napoli Est, successo del progetto contro la dispersione scolastica

Giovedì 16 Gennaio 2020
Farsi Comunità Educanti avviato a Ponticelli, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito de Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile,  nella periferia orientale di Napoli, con l’obiettivo di contrastare la povertà educativa. Oltre un centinaio tra bambini, genitori e nonni hanno partecipato ogni sabato, da ottobre a dicembre, agli speciali appuntamenti del primo ciclo nelle tre Face Zone, le location individuate per ospitare i servizi del progetto nazionale che vede capofila la Fondazione Reggio Children e, a Napoli, in partnership, l’Istituto comprensivo 70 Marino Santa Rosa, l’associazione Atelier Remida Campania e l’Assessorato all’Istruzione del Comune di Napoli.

Le attività in partenza, assolutamente gratuite, sono destinate ai bambini da zero a sei anni accompagnati da genitori e/o nonni. Per altri tre mesi, fino al 28 marzo, adulti e piccini avranno l’opportunità di divertirsi con le tecnologie digitali e il piacere di sognare attraverso la lettura e il canto. Oppure scoprire la scienza e il magico mondo della carta. Tre i percorsi - digitale, esplorazione e narrazione - con l’obiettivo di abituare grandi e piccoli a “giocare” con diversi linguaggi artistico-espressivi e scientifici. Le realtà coinvolte nei laboratori sono le associazioni Ayekantun, Nati per leggere, Aporema e Scienza Semplice. A lavoro anche gli esperti digitali della scuola e le operatrici dell'Atelier Remida.

Una opportunità di sana crescita per i giovanissimi del quartiere Ponticelli, e non solo. Tra i partecipanti al primo ciclo anche residenti in altre zone della periferia orientale e nei comuni adiacenti. Le tre Face Zone sono ospitate nella sede centrale IC 70 Marino Santa Rosa, nel plesso Lotto O dello stesso istituto e presso il centro Remida in via Curzio Malaparte. Gli spazi sono stati pensati e allestiti per accogliere al meglio le persone e offrire loro delle occasioni di confronto riscoprendo, in particolare, il rapporto tra genitori e figli spesso trascurato nella frenesia della quotidianità. I laboratori sono l’occasione per costruire la giusta relazione tra bambini e genitori e nonni in una serie di attività ognuna delle quali affidata a esperti e docenti.

Per l’iscrizione al percorso gratuito è possibile rivolgersi alla segreteria attraverso i numeri 334 84 71 536 e al 336 72 44 780. © RIPRODUZIONE RISERVATA