Raccolta Cartoni a Napoli, riparte «Giocarsi la Carta» a cura di Ambiente solidale: in sei mesi creati dieci posti di lavoro

Giovedì 11 Novembre 2021
Raccolta Cartoni a Napoli, riparte «Giocarsi la Carta» a cura di Ambiente solidale: in sei mesi creati dieci posti di lavoro

Tutelare l’ambiente e creare posti di lavoro: sono questi i due obiettivi del progetto “Giocarsi la Carta”, che da venerdì 12 Novembre, riparte con una nuova campagna di sensibilizzazione, promossa dalla Cooperativa Sociale OnlusAmbiente Solidale, in partnership con l’Associazione “Rete 14 Luglio”; Co-Operazione San Gennaro APS; Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus. Il servizio di raccolta è effettuato per conto di ASIA Napoli Spa. Il progetto è stato sostenuto da Fondazione Con il Sud; Fondazione Peppino Vismara; Comieco e Ubi Banca.

Nei mesi da febbraio a luglio 2021, sono stati raggiunti risultati ragguardevoli, anche oltre le aspettative. In dettaglio, il progetto prevedeva da un lato, l’aumento delle condizioni di occupabilità e l’inserimento lavorativo di persone in condizione di fragilità sociale, e, dall’altro, l’educazione della cittadinanza e i commercianti alla salvaguardia dell’ambiente, attraverso comportamenti virtuosi sul tema del riuso, del riciclo, del recupero e della riduzione dei rifiuti.

Rispetto alla previsione di otto inserimenti lavorativi ad oggi gli inserimenti sono stati dieci, tutti con contratti a tempo indeterminato; le tonnellate di carta raccolte sono state 2.340 (valore atteso al termine del progetto = 2.000); 1.733 i commercianti coinvolti nelle attività di sensibilizzazione di raccolta differenziata (valore atteso al termine del progetto = 1.000). La nuova campagna di sensibilizzazione coinvolgerà i commercianti su come migliorare lo smaltimento dei cartoni, verificando a distanza di un anno i risultati, in un’ottica di continuo miglioramento. Le zone interessate sono: quartiere San Carlo all'Arena, calata Capodichino, via Abate Minichini, via Arenaccia, via Filippo Maria Briganti, via Bosco di Capodimonte, via Capodimonte, via di Miano, via Eduardo Nicolardi, via Filippo Maria Briganti, via Foria, via Ponti Rossi, via Udalrigo Masoni, viale Comandante Umberto Maddalena, via Nuova del Campo, via Don Bosco, quartiere Stella, rione Sanità, Colli Aminei, corso Amedeo di Savoia, via Santa Teresa degli Scalzi e viale Colli Aminei. 

Infine, nelle prossime settimane partiranno anche le azioni educative e informative con i minori presso i centri educativi e le scuole del quartiere Stella, azione finora impedita dalla pandemia.  

Ultimo aggiornamento: 20:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA