Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Le Winx madrine di «Race for the cure» in Piazza Plebiscito il 21 e 22 maggio

Mercoledì 18 Maggio 2022
Le Winx madrine di «Race for the cure» in Piazza Plebiscito il 21 e 22 maggio

Komen Italia, l’organizzazione italiana da sempre in prima linea nella lotta ai tumori del seno e le Winx, le famosissime fatine made in Italy nate dalla fantasia di Iginio Straffi, quest’anno saranno nuovamente insieme per la campagna di sensibilizzazione alla prevenzione.

Le Winx si fanno così testimonial della campagna di sensibilizzazione alla prevenzione, rivolgendosi direttamente alle bambine affinché possano aiutare le loro mamme a prendersi cura di sé e a tutelare la propria salute. Bloom, Stella, Flora, Aisha, Musa e Tecna saranno le madrine della più grande manifestazione per la lotta ai tumori del seno in Italia e nel mondo, Race for the Cure, evento simbolo di Komen Italia da oltre 20 anni. E dopo il grande successo della prima tappa a Roma, le Winx arriveranno anche a Napoli, sabato 21 e domenica 22 maggio, al villaggio Race for the Cure.

Le Winx incontreranno i partecipanti per dei magici Meet&Greet sabato 21, mentre domenica 22 saranno sul palco di piazza del Plebiscito alle ore 10.30 per salutare tutti i presenti con la performance live «Balla e Canta con le Winx», che sarà seguito dalla parata delle magiche fatine.

Fenomeno globale evergreen, le eroine del piccolo schermo create dal genio visionario di Igino Straffi sono da diciotto anni ambasciatrici di valori quali inclusività, amicizia, coraggio, impegno, generosità e positività, un mix esplosivo e fondamentale che ha determinato il loro successo planetario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA