«​Reading Forcella», varato il patto locale per la lettura

Dal 31 maggio anche Napoli ha il suo “Patto locale per la lettura”, denominato “Reading Forcella” ed avente come area di applicazione l’intero centro storico, costituito da oltre 40 soggetti presso lo Spazio Comunale Piazza Forcella, luogo di riferimento del Patto. E proprio nello Spazio Comunale i sottoscrittori si ritroveranno domani, 12 giugno, per stilare il programma delle attività da avviare, a cominciare dalla lettura per i bambini da zero a sei anni e per le rispettive famiglie.
 
“E’ molto significativo – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli – che il primo Patto locale della lettura abbia visto la luce proprio a Forcella, territorio difficile per il quale l’Amministrazione ha avviato da tempo un percorso di collaborazione con i soggetti che operano per il recupero sociale e culturale della zona. Questa parte della città - ha aggiunto l’Assessore Nino Daniele – deve integrarsi a pieno con il centro storico, particolarmente ricco di biblioteche, musei ed attrattori culturali che, insieme a librerie, editori, scuole ed associazioni possono sviluppare importanti sinergie per accrescere l’indice di lettura e il livello di cultura della popolazione”.
 
 “Reading Forcella” attiverà un percorso collaborativo e di rete per la promozione della lettura a 360 gradi, a cominciare dai più piccoli. A promuoverlo insieme all’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli sono stati, alla presenza dell’attrice Veronica Mazza che ha fatto da madrina,  la Seconda Municipalità, l’ I.C. Adelaide Ristori, l’Associazione Annalisa Durante, l’Associazione Gioventù Cattolica ed il Poliambulatorio Bernardo Giovino, quali soggetti attuatori del progetto “Baby Reading Forcella” per la lettura 0-6 anni, sostenuto dal Cepell – Centro per la lettura ed il libro del MIBAC, che ha fatto pervenire alla Biblioteca Durante un’apprezzata nota da parte del suo Direttore Flavia Cristiano.
 
A sottoscrivere il Patto, oltre ai soggetti promotori, sono stati la IV Municipalità, l’Arcidiocesi di Napoli, gli Istituti Comprensivi Foscolo-Oberdan, Campo del Moricino e Paolo Borsellino, la Scuola Cardinale Ursi, il Teatro Trianon Viviani, l’Associazione Gestioni Museali, il Pio Monte della Misericordia, il Museo Civico Gaetano Filangieri, la Biblioteca dei Girolamini, la Biblioteca Universitaria di Napoli, la Biblioteca Giuridica A. De Marsico, la Fondazione Banco di Napoli, la Fondazione Polis, Nati per Leggere Campania, Guida Editori, Graus Edizioni, Homo Scrivens Edizioni, Napoli pop-up editore, Bibi Libreria dei ragazzi, il Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania, la Fondazione Cultura & Innovazione, la Fondazione di Comunità del Centro Storico, la Consulta delle Associazioni della Seconda Municipalità, Legambiente Parco Letterario Vesuvio, il medico pediatra Amelia Pepe e le Associazioni Guida alla Cultura, I Teatrini, Ospedale delle Bambole, Donne Architetto Napoli, NomoΣ Movimento Forense, Soma & Psiche, Psicologi in contatto, Suryael Yoga School ed Obiettivo Napoli. 
 
 “All’incontro di domani sono previste nuove adesioni – ha anticipato Giuseppe Perna, presidente dell’Associazione Annalisa Durante – che saranno sempre possibili facendo richiesta attraverso il sito www.readingforcella.it. L’incontro terminerà con la presentazione del libro “La sedia vuota” di Raffaele Sardo, pubblicato da Iod Edizioni con la partecipazione della Fondazione Polis, per sottolineare che l’impegno per la lettura a Forcella non può non coniugarsi con quello per la legalità, al quale le memorie vive delle vittime innocenti ci richiamano quotidianamente”.
 
Martedì 11 Giugno 2019, 15:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP