Rugby in Ospedale: al Pausilipon
i portatori di sorrisi in corsia

Domenica 8 Dicembre 2019 di Diego Scarpitti
Pausilipon

Rugby del cuore. I Portatori di Sorrisi sono arrivati a Napoli. Sostenere il compagno in difficoltà, l’amico momentaneamente più debole, è una delle regole auree del gioco della palla ovale. E così le corsie del Santobono-Pausilipon sono state inondate da doni, sorrisi, foto e autografi. Una invasione di energia che ha interrotto la routine ospedaliera, una diffusione di gioia nei reparti. Tante sorprese e inconsuete «mischie» con chi intraprende tutti giorni una difficile partita, mostrando vicinanza a chi sta combattendo battaglie più faticose di 80 minuti su un rettangolo verde.
 

 

Rugby in Ospedale iniziativa supportata dalla FIR Campania con la delegazione della Nazionale italiana Seven, composta da Lucia Cammarano, Andrea Pratichetti, Tommaso Jannelli, il team manager Orazio Arancio, il fisioterapista Raffaele Bellucci, insieme al capitano dell’Amatori Napoli, Alessandro Quarto, il presidente verdeblù Diego D’Orazio, Leda Mazio, il capitano della Partenope, Leandro Turino, Susy Trapani, il presidente del comitato campano Fabrizio Senatore, il consigliere Giancarlo Melillo e Valeria Morgia, in rappresentanza dell’associazione promotrice della mattinata.

«La solidarietà e l'impegno sociale della FIR risiede anche nei piccoli gesti, che assumono una importanza che va al di là della semplicità del gesto. Il comitato campano FIR ha immediatamente conferito il patrocinio  e collaborato attivamente con la Asd Rugby Portatori di Sorrisi, sostenendo l'iniziativa presso l'Ospedale Santobono-Pausilipon nel reparto di oncologia pediatrica», ha dichiarato il presidente Senatore.
 
«I giocatori hanno donato più di un sorriso a bambini e adolescenti degenti, distribuendo qualche gadget, ma soprattutto regalato una carezza, un momento di gioco «diverso» nella difficile quotidianità, che le necessarie terapie impongono ai piccoli pazienti».
 
Esperienza indescrivibile. «E' stato un momento toccante, di partecipazione emotiva reale, ricevendo la forza di questi bambini che lottano, come veri eroi, ogni giorno per guadagnare la meta più difficile: la possibilità di vivere spensierati e giocare come tutti gli altri bambini. E' stata una giornata densa di emozioni, per tutti, e uno sprone a fare di più e meglio», ha osservato Senatore, annunciando prossime iniziative sociali.  
 
«La FIR Campania, già di concerto con Amatori e Partenope, ma sicuro della convinta adesione di tutte le altre società campane, in accordo con la struttura ospedaliera, ha in programma una campagna di sensibilizzazione e un evento finalizzato a promuovere la donazione di sangue».
 
Alla fine mischia in corridoio tra gli azzurri e il personale medico e paramedico. «Se è vero che il gioco del rugby è incentrato sul sostegno, fuori dal campo ci si impegna a sostenere chi ha maggiormente bisogno di aiuto», ha concluso Senatore (nelle foto di Stefania de Rosa).  
 
Piccoli gesti che salvano davvero.
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA