Musica, arte e sviluppo sostenibile: otto progetti per 140 scuole del territorio

Giovedì 20 Febbraio 2020 di Paola Marano
Linguaggio della musica, arti grafiche e street art, arti e mestieri, sviluppo sostenibile sociale, didattica seprimentale e valorizzazione del patrimonio storico, artistico, e culturale della Campania: sono questi i temi degli otto progetti vincitori del bando «Scuola Viva – Azioni di accompagnamento» della Regione Campania, presentati stamattina a Palazza Santa Lucia, e che saranno chiamati a sostenere attività di sistema, di orientamento e di animazione territoriale attraverso interventi multidisciplinari nelle scuole della regione. L'iniziativa ha premiato le proposte arrivate da fondazioni, scuole, università, accademie, che lavoreranno in 140 scuole del territorio per un totale di 6000 studenti coinvolti.
 


«Dobbiamo preparare i nostri ragazzi a leggere la competizione con altri mondi, con altre generazioni che stanno correndo, creando lavoro e opportunità di vita - ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca - Questa è la grande sfida nella quale è impegnata la Regione Campania».

Un progetto, quello di Scuola Viva, che incassa il plauso del governo, intenzionato a rifinanziarlo:«In settimana sono stata al Miur perché ci saranno una serie di finanziamenti sia da parte del Ministero dell’istruzione che da parte del ministro per il Sud Giuseppe Provenza – ha spiegato Lucia Fortini, assessore all’istruzione della Regione Campania - Proprio lui ha detto che vuole rifinanziare Scuola Viva perché è una buona pratica. La progettualità che ci stiamo immaginando non è esattamente un bando aperto per tutte le scuole, ma trovare soluzioni specifiche per ogni scuola». In una scuola dove c’è dispersione scolastica perché ci sono stranieri di prima e seconda generazione, ad esempio, «ci sarà bisogno di un rafforzamento rispetto alla lingua anziché un  laboratorio di matermatica», ha evdienziato la Fortini. 
 
Con lei erano Lucia Fortini, erano presenti per il progetto Onda Musicale di Fondazione Fare Chiesa e Città (Linguaggio della musica) Padre Adolfo Russo, i maestri Gaetano Russo e Carlo Morelli e Gianfranco Wurzburger, Jorit per l'omonima Fondazione (Arti grafiche e street art), Onofrio Piccolo per Fondazione Pomigliano jazz festival (Eventi musicali), i dirigenti scolastici M. Rosaria Stanziano (Archimede di Napoli) e Giulio De Cunto (IIS Fermi - Montesarchio (BN)) (Arti e mestieri); Lucia Valenzi della Fondazione Valenzi (Sviluppo sostenibile sociale); Giuseppe Gaeta per l'Accademia delle Belle Arti (Arti visive); Stefano Consiglio del Dipartimento Scienze Sociali della Federico II (Didattica sperimentale) e Mirella Barracco per la Fondazione Napoli 99 (Valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale della Campania). © RIPRODUZIONE RISERVATA