Coronavirus, Zuiki chiude tutti i punti vendita e fa beneficenza per lo shopping online

Martedì 10 Marzo 2020
Zuiki, il brand di proprietà della Ennepi, ha chiuso da oggi tutti i suoi punti vendita direzionali, presenti sul territorio nazionale, in seguito alle ultime indicazioni del governo, per il contenimento e la diffusione del Covid-19. Con coscienza e senso di responsabilità civica, l’azienda intende salvaguardare così la salute dei clienti, di tutti i dipendenti e del Paese.

«Si tratta di una misura sicuramente drastica, la prima in Italia di questa portata, ma che abbiamo ritenuto necessaria per contribuire a ridurre la possibilità di contagio e per dare un segnale forte a tutti, sperando in una definitiva presa di coscienza da parte della collettività», afferma Antonio Nacchia, Managing Director della Ennepi.

L’azienda sta, inoltre, adottando tutte le misure possibili, affinchè vengano tutelati i diritti dei dipendenti, nella consapevolezza che il sacrificio attuale è ora indispensabile per la prosecuzione dell’attività, nel momento in cui rientrerà l’emergenza.

E il messaggio, da un marchio giovane, è rivolto in particolare ai giovani italiani, con l’invito ad ascoltare e rispettare le direttive, per il bene di tutti e restare a casa.

Serrande temporaneamente abbassate, quindi, per le tante insegne Zuiki, sia in città che nei centri commerciali, ma non si ferma lo shop online, che è anzi ancora più attivo a sostegno di una causa benefica.

Parte infatti l’iniziativa “La moda in prima linea”, che vedrà, per ogni acquisto effettuato sul sito dall’11 marzo, 1 euro destinato alle campagne di crowdfunding, già attive su Gofundme, per l’attivazione di una nuova Terapia intensiva presso l'Ospedale San Raffaele di Milano e a sostegno dell’Azienda Ospedaliera dei Colli - Ospedale Cotugno di Napoli.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA