Stramazza a terra e muore a 16 anni ​dopo la pizza a casa di amici

Lunedì 3 Agosto 2020
Stramazza a terra e muore a 16 anni ​dopo la pizza a casa di amici

SAN GIORGIO DELLE PE­RTICHE - Mangia la pizza con gli amici, si alza per andare a prendere un po' di aria in giardino e cade a terra, morendo a soli 16 anni. La tragedia domenica se­ra, 2 agosto 2020, alle 22 a San Gio­rgio delle Pertiche. Vittima uno studente di 16 anni, Filippo Pedron, dopo aver mangiato la pizza a casa di amici si è alzato per andare a prendere una boccata d'aria in giardino ed è stra­mazzato al suolo. A nulla sono valsi i tentativi di rianimar­lo da parte del pers­onale medico del Suem 118 che sono andati avanti per oltre un'ora.
 

Chi era Filippo Pedron

La vittima, studente dell'istituto professionale di Cittadella, giovane promessa del volley, lascia ne­llo strazio papà And­rea, mamma Raffaella e due fratellini pi­ccoli di 3 e 13 anni. La notizia ha gett­ato nel più totale sconforto la comunità di Cavino dove la famiglia vive in via Primo Maggio. Appena sedicenne - avrebbe compiuto gli anni il prossimo 2 novembre - viveva con la famiglia a Cavino di San Giorgio delle Pertiche, in via Primo Maggio, tra la parrocchia e il centro sportivo. Un ragazzone di 201 centimetri benvoluto da tutti, uno studente modello, che fino a domenica all'ora di cena non aveva mai avuto particolari problemi fisici.
 

Ragazzo muore dopo la pizza: la dinamica

«Ragazzi, non mi sento bene». Sono le ultime parole pronunciate da Filippo Pedron prima di perdere i sensi. Filippo è stato stroncato da un infarto dopo aver mangiato la pizza con gli amici. Attorno alle 22,30 si è alzato da tavola dicendo agli altri ragazzi che non si sentiva bene e voleva andare a prendere un po' d'aria in giardino. Ha fatto solo pochi passi, poi ha iniziato a barcollare ed è caduto a terra. In un primo momento gli amici pensavano stesse scherzando, si sono accorti che Filippo non era cosciente e hanno subito chiamato i padroni di casa, genitori dell'amico, che si trovavano al piano di sopra dell'abitazione. Immediato l'allarme al 118. Sul posto in pochi minuti sono intervenuti i sanitari del Suem. La situazione è apparsa gravissima fin da subito. A stroncare il ragazzo sarebbe stato un infarto fulminante.

Il sostituto procuratore Sergio Dini ha subito aperto un fascicolo. Oggi verrà conferito l'incarico per l'autopsia a cui parteciperà, oltre al medico legale, anche un cardiologo. Sono state inoltre richieste le cartelle sanitarie con gli ultimi accertamenti clinici effettuati dallo sportivo che militava nella Pallavolo Massanzago. 
 

Ragazzo morto a 16 anni dopo la pizza. "Un urlo: Beppo sta male Morto tra le nostre braccia"

SAN GIORGIO DELLE PERTICHE " Ci è morto tra le braccia. Ci sentiamo impotenti di fronte a tutto quello che è accaduto". Parla così Luigi Bezzegato, il papà del ragazzo che domenica sera aveva invitato a casa, come d'abitudine, gli amici per una serata in compagnia.

Ultimo aggiornamento: 5 Agosto, 14:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA