Chioggia, medico aggredito. La solidarietà del ministro Orlando e le altre reazioni

Domenica 6 Giugno 2021
Chioggia, medico aggredito. La solidarietà del ministro Orlando e le altre reazioni

CHIOGGIA - Medico Inps aggredito con insulti razziali a Chioggia: le reazioni del mondo politico e della società civile. Il dottore, originario del Camerun, aveva scoperto un uomo in presunta malattia a spasso fuori della propria abitazione. A quel punto il "finto malato" si è scagliato contro il dottore: cosa è successo quel giorno (LEGGI).

Il ministro Orlando

«Solidarietà a Nelson Yontu, medico Inps, vittima di un inaccettabile episodio di violenza e intolleranza sul lavoro. A lui e alla famiglia vicinanza e supporto affinché i responsabili di tale gesto siano perseguiti e casi simili non si ripetano in futuro». E quanto afferma il ministro del Lavoro Andrea Orlando, su Twitter.

 

 

L'Ordine dei medici di Padova

«Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza al collega attaccato nello svolgimento delle sue mansioni. Deplorando ogni forma di razzismo e discriminazione desideriamo tuttavia sottolineare come la categoria medica sia tornata rapidamente ad essere sottoposta a minacce». Così l'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Padova. «Da eroi acclamati nel momento dell'emergenza Covid ora si ritorna ad essere aggrediti - concludono - .È necessaria maggior sicurezza per gli operatori sanitari al fine di salvaguardare e recuperare l'importanza del ruolo del medico nella società». 

«Si è laureato a Padova, è gentile e vestito bene: ma per alcuni rimane solo un nero da disprezzare»

Il sindaco di Chioggia

«Questa non è Chioggia e non è la società che vogliamo per i nostri figli»: lo dice il sindaco di Chioggia (Venezia) Alessandro Ferro. «L'amministrazione comunale - sottolinea Ferro - esprime massima solidarietà al medico fiscale che nei giorni scorsi è stato aggredito in un quartiere della nostra città durante il suo lavoro». Una violenza che Ferro definisce «assurda, aggravata da frasi razziste. Ha fatto bene il medico a denunciare pubblicamente ciò che gli è accaduto E noi come lui, non dobbiamo tollerare episodi incresciosi come questi, dove individui usano il colore della pelle per insultare».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA