Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mario Biondo, la procura conferma l'omicidio. Ma dopo 9 anni il caso viene archiviato per mancanza di colpevoli

Lunedì 1 Agosto 2022
Mario Biondo, la procura conferma l'omicidio. Ma dopo 9 anni il caso viene archiviato per mancanza di colpevoli

«Gli elementi che si traggono dal fascicolo del pubblico ministero ad avviso del giudice smentiscono la tesi suicidiaria e lasciano pensare che Mario Biondo fu ucciso da mani rimaste ignote e successivamente collocato in una posizione atta a simulare un suicidio....e per queste ragioni che ad avviso dello scrivente pur essendo rintracciabile dal fascicolo del pubblico ministero numerosi segmenti probatori che depongono per la tesi omicidiaria sostenuta dagli opponenti, la distanza di tempo dai fatti da cui si procede ha di fatto pregiudicato la possibilità di svolgere delle indagini che avrebbero potuto consentire di individuare gli autori dell'ipotizzato omicidio, per tale motivo ha disposto l'archiviazione del fascicolo». Nessun processo quindi.

È uno stralcio della motivazione con cui il gip di Palermo Nicola Aiello ha archiviato l'inchiesta sul decesso di Mario Biondo, cameraman trovato morto nella sua casa di Madrid 9 anni fa. Pur chiudendo il caso il giudice stabilisce, però, che non si trattò di suicidio, bensì di omicidio come rende noto la madre Santina Biondo. La famiglia del cameraman, sposato con una nota giornalista spagnola, si batte da anni per avere la verità sul decesso del figlio trovato impiccato alla libreria con una pashmina legata al collo.

Mario Biondo, svolta nella morte del cameraman trovato impiccato: «In casa non era solo»

La morte di Mario Biondo e il ritrovo del corpo

Mario Biondo era un cameraman siciliano, marito di uno dei volti più noti della tv spagnola, Raquel Sanchez Silva. Entrambi si erano conosciuti sul set dell'Isola dei famosi (Spagna) dove lei era conduttrice. La moglie per lungo tempo è stata al centro di numerosi quesiti circa la morte del marito.

Il 30 maggio 2013, Mario, viene trovato impiccato alla libreria della loro casa di Madrid. Secondo le autorità spagnole all'epoca si trattò di suicidio, ma gli esami tossicologici e l’autopsia sembra fornire i primi indizi per dare un’altra possibile lettura alla tragedia. Forse qualcuno fino a oggi ha raccontato solo una parte della verità, anche se il caso negli anni ha preso sempre più il contorno di un omicidio. Fino alla conferma di oggi.  Quando il caso fu riaperto in Italia, la nostra giustizia fu costretta a fare i conti con molti elementi incompatibili con il suicidio. Tra questi un’emorragia cerebrale, la posizione del corpo e del cappio, oltre al fatto che la libreria sembrava debole per sostenere il peso di Mario.

Mario Biondo, la battaglia della madre: «La moglie mi ha mandato il conto del funerale, mi hanno minacciato, ma non mollo»

Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 13:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA