Calvizie e perdita di capelli: dalla Laser terapia al patch cutaneo per l’infoltimento

La caduta dei capelli è un problema che riguarda milioni di persone: oggi esistono tecniche per affrontarlo sempre più all’avanguardia

Calvizie e perdita di capelli: dalla Laser terapia al patch cutaneo per l’infoltimento
Contenuto a cura di Piemme Brand Lab in collaborazione con GIUSEPPE ZANNONE

La caduta progressiva dei capelli è una problematica che interessa e affligge milioni di italiani, e non solo uomini come spesso si pensa. La calvizie maschile è sicuramente la più diffusa, ma anche le donne soffrono di questa fastidiosa condizione; negli ultimi anni infatti l’alopecia femminile si sta diffondendo molto di più rispetto al passato. “Complice il cambiamento ormonale, che dopo i 45 anni è fisiologico, e fattori legati all’alimentazione e allo stress – spiega Giuseppe Zannone, specialista tricologia e in soluzioni di calvizie - molte più signore oggi soffrono di una perdita di capelli consistente”.

Questa particolare problematica non viene vissuta come un semplice inestetismo estetico ma, specialmente per le donne, ha un impatto psicologico importante che si trasforma in un vero e proprio complesso. Proprio quando ci si accorge che la perdita di capelli si fa intensa, che la chioma si dirada e lo stress di vedersi diversi aumenta, è il momento di correre ai ripari e affidarsi alle mani di professionisti specializzati.
 

I trattamenti dello studio Giuseppe Zannone

La calvizie, l’alopecia e il diradamento sono problemi che si possono affrontare, oggi meglio di ieri, grazie a tecniche all’avanguardia che possono dare risultati concreti e visibili.

A seconda del problema e della sua intensità o gravità ma, soprattutto, a seconda di cosa si vuole ottenere, lo studio Zannone propone diversi trattamenti:
 

Laser Terapia

La Laser Terapia è un trattamento estremamente efficace nel combattere la caduta dei capelli e possiamo definirlo un ottimo alleato nella prevenzione delle calvizie.

“È ideale per chi ancora non ha un problema molto evidente di diradamento – aggiunge Giuseppe Zannone - Ci permette di rivitalizzare e rigenerare il cuoio capelluto con ottimi risultati".

Il laser, completamente indolore, sfrutta lunghezze d’onda capaci di penetrare nei follicoli e stimolare il metabolismo dei bulbi piliferi, nonché la microcircolazione sanguigna che fornisce le sostanze nutritive ai capelli. Non avendo effetti collaterali, aggiunge Zannone, “può essere utilizzato per più sedute per accelerare il processo di ringiovanimento cutaneo. Inizialmente possiamo fare fino a 3 terapie settimanali, fino ad arrivare a un mantenimento di due sedute al mese”.
 

Infoltimento – Metodo Zannone

L’infoltimento è una soluzione che non prevede il ricorso alla chirurgia, è duratura, immediata, e consente di rinfoltire in maniera semplice le zone interessate dalla calvizie. Grazie a una patch cutanea, dermatologicamente testata, sui cui vengono innestati capelli veri, si potrà riavere una folta chioma in brevissimo tempo.

La patch cutanea è una vera e propria protesi creata su misura per il paziente e viene applicata sul cuoio capelluto grazie a coesivi testati dermatologicamente.

È sicuramente la soluzione più moderna disponibile in commercio, e garantisce un effetto totalmente naturale. È inoltre la scelta consigliata per chi cerca una risposta definitiva, personalizzata ed esteticamente eccellente ad alopecia, calvizie e diradamenti.
 

Autotrapianto

L’autotrapianto non è una soluzione adatta a tutti ed è da considerarsi un vero e proprio intervento chirurgico. Sarà il medico tricologo a studiare con attenzione la problematica per capire lo stato della calvizie e la sua gravità, per poi consigliare se la soluzione è adatta. Il paziente deve inoltre avere una zona donatrice dalla quale si prelevano i follicoli (nuca e parietali), molto folta e sana, e quindi non tutti i profili sono adatti per questo tipo di intervento.

Il tutto viene eseguito in anestesia locale accompagnata da sedazione. Le unità follicolari vengono prelevate singolarmente dall’area donatrice, e poi impiantate nella zona interessata senza ricorrere a suture o adesivi. Qui le tempistiche per vedere la chioma tornare folta possono raggiungere l’anno di tempo: un periodo decisamente lungo per chi ha il desiderio di risolvere un problema così angosciante nell’immediato.
 

Tricopigmentazione

La tricopigmentazione fa parte della branca della micropigmentazione cutanea utilizzata anche per trucco permanente o tatuaggi. Viene utilizzata per simulare nel cuoio capelluto la presenza di capelli, per coprire le zone soggette a calvizie o ad alopecia. Può essere utilizzata per diverse tipologie di problemi legati alla perdita dei capelli e diversi possono essere gli effetti finali desiderati: rasato, densità o correzione di cicatrici.

Molte donne scelgono di ricorrere alla tricopigmentazione, poiché consente di modulare l’effetto e di ritoccarlo nel tempo, ottenendo un aspetto finale estremamente accurato e naturale, senza ricorrere a trattamenti più invasivi o chirurgici.
 

L'importanza della prevenzione

Sebbene la caduta dei capelli sia un fenomeno totalmente naturale, e che per questo non deve destare particolare ansia, resta comunque importante verificare la quantità di questa perdita: se dovesse essere maggiore del solito, potrebbe nascondere problemi più profondi, che vale la pena andare ad analizzare.

Ed è proprio per questo motivo che di fronte ad una caduta anomala di capelli è consigliabile una visita tricologica. “Fare prevenzione è importante, perché la cute si infiamma facilmente e i capelli hanno una sensibilità maggiore – sottolinea Zannone – Quando si presentano i primi sintomi, quando i capelli sono più sottili, la cute inizia a vedersi in trasparenza e la massa è minore, bisogna rivolgersi subito al professionista, per intervenire ed iniziare a bloccare il processo di invecchiamento”.
 

Nel corso della prima visita, il medico tricologo valuta la salute della cute e dei capelli e stabilisce la terapia e il trattamento migliore per il paziente.

“Grazie ad un esame approfondito che il nostro studio svolge gratuitamente – aggiunge Giuseppe Zannone – è possibile conoscere le condizioni del cuoio capelluto e dei capelli, in modo da scegliere le soluzioni più giuste”.
 

Lo studio Giuseppe Zannone

Lo studio di Giuseppe Zannone si occupa di tricologia da oltre vent’anni, utilizzando metodologie all’avanguardia che consentono di offrire ai pazienti soluzioni personalizzate.

Per prenotare una visita, o semplicemente per avere una panoramica dettagliata dell’offerta e dei trattamenti proposti, è sufficiente visitare il sito dello studio www.giuseppezannone.it , telefonare al numero 081.8826281 o mandare una mail a info@giuseppezannone.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA