Assalto al centro e al lido la mascherina è un optional

Domenica 25 Aprile 2021
Assalto al centro e al lido la mascherina è un optional

LA PASSEGGIATA
Tutto aperto a Latina, in nome della scelta del Governo che da domani riapre anche (in zona gialla) bar pub pizzerie e ristoranti a sedere all'aperto, tenendo però sempre presente il limite delle ore 22 per il coprifuoco.
LE PIAZZE
Così ieri anche nel capoluogo pontino si sono visti affollamenti di persone che hanno goduto di una splendida giornata primaverile fin dalle prime ore del mattino. Ma è stato soprattutto nel pomeriggio, dopo le 17 che in centro è parso il classico tana libera tutti. Folla a passeggio nella ztl, file fuori dai negozi e soprattutto dei locali, per prendere un caffè o un gelato da asporto. Lungo la parte alta di corso della Repubblica, verso piazza del Popolo, le auto di Polizia locale e Polizia di Stato avanzano lentamente fendendo una muraglia di persone in mezzo alla strada, e ammonendo al distanziamento.
I GIOVANI
Se la folla nella ztl è multi età, contraddistinta anche da coppie di anziani che, forti magari di una vaccinazione, tentano una sortita e camminano teneramente abbracciati, con lui che la bacia teneramente sulla guancia, e giovani coppie con carrozzine e bimbi al seguito che si fermano in mezzo alla strada per conversare con amici appena incontrati, sono soprattutto i giovani ad affollarsi, e la scena appare quella di un classico struscio in centro in un normale giorno di primavera. In particolare quelli più grandicelli, sui 16-20 anni sembrano essere allergici alle mascherine, perennemente abbassate, con la scusa magari di avere appena mangiato un gelato. Nel parco Falcone e Borsellino è inutile pensare di riuscire a trovare una panchina libera: sono tutte occupate da centinaia di adolescenti. Nella zona dei giochi per i bambini, adulti e piccolini non si curano del distanziamento. Adolescenti in gruppo anche in piazza Silvio D'Amico, una di quelle chiuse con ordinanza una settimana fa dal sindaco, insieme a piazza Dante. Nei giardinetti di quest'ultima, stessa scena: decine di adolescenti, perlopiù senza mascherina. Sul marciapiede di piazza del Mercato, in corrispondenza dei dehors di un noto locale, non si riesce a passare per la folla, tanto vale camminare in strada.
LE SPIAGGE
Al mare, decine e decine di persone hanno affollato il piazzale di Capoportiere per ammirare l'avvio delle primissime operazioni di ripascimento della spiaggia davanti allo stabilimento dell'Hotel Fogliano, ma lo stesso arenile è stato preso d'assalto, fin dal mattino presto. I pontini l'hanno raggiunto con ogni mezzo disponibile: correndo a piedi, in bicicletta, in auto, e addirittura a cavallo. Un gruppo di una dozzina e più di cavalieri è infatti sceso fin sul bagnasciuga, all'altezza di Capoportiere.
Tutto aperto, dunque, a partire da un appuntamento fondamentale e fortemente voluto dall'amministrazione comunale di piazza del Popolo, che lo volle per la prima volta un anno fa, quale segno di riapertura e rinascita dopo il lockdown 2020: oggi si svolgerà infatti Buona domenica, natura e benessere in sicurezza. Una nuova domenica di chiusura al traffico delle auto del tratto B di lungomare (da Capoportiere a Rio Martino), che si trasforma così in una immensa area pedonale e ciclabile dalle 9 alle 17. Per l'occasione, per invitare i cittadini a passeggiare in bicicletta e a piedi lungo il mare, i parcheggi degli Hotel Fogliano, Miramare e Tirreno saranno a disposizione in forma gratuita per tutti i cittadini e per questo l'amministrazione ringrazia i titolari.
Ma una chiusura c'è: su ordine della Questura, Villa Fogliano, ieri e oggi è chiusa. Grande delusione, già ieri mattina, in centinaia e centinaia di persone che avevano creato una lunga fila di auto sulla via di accesso, andando a scontrarsi con i cancelli chiusi del sito.
Andrea Apruzzese
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA