Da Pasqua all'estate, costa e isole verso il tutto esaurito

Domenica 4 Aprile 2021
Da Pasqua all'estate, costa e isole verso il tutto esaurito

LA SITUAZIONE
La costa pontina torna appetibile nella seconda estate Covid, ma ancora una volta si preferiscono le location più esclusive.
SAN FELICE
Al Circeo le prenotazioni alberghiere attorno al promontorio del Circeo stanno decollando alla grande per l'alta stagione e qualche camera è stata già confermata per i prossimi giorni, con il ritorno del Lazio a zona arancione. «Abbiamo prenotazioni per soggiorni lunghissimi a luglio e agosto afferma Antonella Di Genua che gestisce a San Felice Circeo lo storico hotel Maga Circe -; la richiesta c'è anche per aprile e maggio, ma è chiaro che si attendono nuove disposizioni relative alla circolazione tra regioni e alle riaperture. Lo scorso anno abbiamo avuto più incognite sulle ripartenze, quest'anno si è più fiduciosi. Siamo più preparati».
L'albergatrice spiega che in questi giorni l'hotel, 40 stanze praticamente sul mare a due passi dal porto turistico del Circeo (prezzo medio 150-200 euro a persona), è chiuso per manutenzione: «Avevamo in programma per l'autunno 2021 lavori di ristrutturazione. Quando la regione Lazio è stata dichiarata zona rossa, abbiamo deciso di anticipare i lavori e abbiamo chiuso l'albergo. Ieri (venerdì per chi legge) abbiamo avuto richieste di stanze per le festività di Pasqua. Mi domando chi sarebbe mai potuto venire al Circeo nei tre giorni rossi. Una curiosità che resta insoddisfatta, perché ovviamente stando chiusi abbiamo risposto negativamente. Riapriamo l'8 aprile e nei giorni successivi abbiamo stanze prenotate da atleti che partecipano alla maratona Maga Circe, che al momento è stata confermata per l'11 aprile, e per la Spartan in programma per il 24 e 25 aprile».
Già da qualche settimana a San Felice Circeo, come anche a Sabaudia, si è registrato il sold out per le case vacanza. Affitti estivi tra i più alti del Lazio, soprattutto per le prestigiose ville sulla scogliera di Quarto Caldo o sulle dune tra il mare e il lago di Paola. Per un mese in un luogo da favola occorrono più di qualche decina di migliaia di euro.
TERRACINA
Buona la prospettiva delle presenze turistiche anche nella vicina Terracina. In questi giorni di zona rossa i residence estivi a Nord della cittadina pontina si sono mostrati a pieno regime, con abitazioni quasi tutte seconde case occupate dai proprietari provenienti da Roma, Napoli e Frosinone. Una sorta di prova generale per quella che potrebbe essere la seconda estate Covid nelle villette al mare, rinunciando alla vacanza all'estero. In direzione Sud, sull'Appia, a zero metri dal mare la nuova formula turistica organizzata da Ubaldo Fusco, consigliere regionale della Faita Federcamping, ha già raggiunto il 50% delle prenotazioni estive. Parliamo di una struttura in grado di ospitare dalle 150 alle 160 persone in bungalow e case mobili; residuale lo spazio per roulotte. Si tratta de Le Palme Village, nato come camping ma che oggi assomiglia molto di più a un villaggio turistico, spiega Fusco. A differenza dello scorso anno che abbiamo dovuto risolvere tutto all'ultimo, ci è stata data la possibilità di lavorare in questi mesi per organizzare la riapertura estiva. Quello del turismo all'aria aperta aggiunge l'imprenditore è una opzione molto apprezzata in tempi di pandemia e ne abbiamo riscontro. Qui non abbiamo ascensori da sanificare, o corridoi comuni da attraversare. Questo dà molta sicurezza. Siamo pronti a ripartire e i nostri clienti non aspettano altro conclude Fusco -. Abbiamo l'assicurazione Covid che consente il rimborso dell'anticipo in caso di contagio degli ospiti o dei loro familiari. Accettiamo, come lo scorso anno, il bonus vacanza.
SUD PONTINO E ISOLE
A Ponza tornano gli americani. All'hotel Chiaia di Luna sono arrivate le prime prenotazioni per la prossima stagione estiva e non mancano gli stranieri, anche provenienti da Oltreoceano dove hanno già vaccinato con la seconda dose i 30enni, sottolinea Giuseppe Stile, titolare della nota struttura alberghiera con camere e suite vista mare (a partire da 155 euro). A quando la riapertura? Dipende dai colori che saranno assegnati alle regioni nei prossimi giorni; la speranza per gli albergatori dell'isola è di ripartire a regime almeno da fine maggio. La situazione epidemiologica campana prospettata in queste ore (ritorno a zona rossa dopo Pasqua) scoraggia le prenotazioni nel Golfo di Gaeta. Finora abbiamo avuto prenotazioni da clienti abituali anziani, già vaccinati, commentano dall'hotel Serapo.
Rita Cammarone
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA