Su Arturo un silenzio assordante

di Vittorio Del Tufo

Chi paga per il massacro di Arturo? È trascorso quasi un mese dal bagno di sangue di via Foria. E nonostante l’ondata di rabbia per quel rito di iniziazione di una babygang, una macabra cerimonia che ha lasciato esanime davanti alla fermata di un bus un diciassettenne uscito di casa per ritirare il certificato medico del fratellino, le indagini sono a un punto morto. Gli adolescenti che in pieno giorno hanno sferrato venti coltellate ad Arturo, davanti a decine di testimoni, continuano a essere liberi e impuniti, protetti da un...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 12 Gennaio 2018, 23:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP