L'onda azzurra e la trappola dell'euforia

Giovedì 10 Giugno 2021 di Francesco De Luca

Dove eravamo rimasti? A quei rigori sbagliati dagli sciagurati Pellé e Zaza contro la Germania nello stadio di Bordeaux, 2 luglio, Europei 2016. Poi l’Italia è sparita dal palcoscenico condannata da un altro sciagurato - l’ex commissario tecnico Ventura - a saltare il Mondiale 2018.

Adesso ha l’onore di aprire Euro2020 che si gioca con dodici mesi di ritardo e accetta l’onere di essere una delle favorite, in virtù del positivo score e del...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 11 Giugno, 06:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA